Pato, i tifosi del Corinthians: “Cacciatelo”

Pato, i tifosi del Corinthians: “Cacciatelo”

Dieci mesi al Corinthians, 51 partite e 16 gol. Potrebbe essere un buon bilancio, diciamo discreto. E invece per Alexandre Pato questa è una “condanna”: perché – notizia delle ultime ore – il tifo organizzato del Corinthians sta facendo pressione sui vertici della società per mandarlo via. Subito. Lo sostengono…

Dieci mesi al Corinthians, 51 partite e 16 gol. Potrebbe essere un buon bilancio, diciamo discreto. E invece per Alexandre Pato questa è una “condanna”: perché – notizia delle ultime ore – il tifo organizzato del Corinthians sta facendo pressione sui vertici della società  per mandarlo via. Subito. Lo sostengono i media brasiliani, sottolineando che gli ultras non hanno perdonato il clamoroso errore dal dischetto contro il Gremio di Dida.

L’errore è costato l’eliminazione dalla finale di Copa do Brasil della squadra di Pato. Secondo molti sostenitori, il centravanti non vale i 15 milioni di euro spesi per il suo acquisto dal Milan e vorrebbero che fosse collocato già sul mercato. Come se non bastassero i problemi in campo, Pato sta affrontando grattacapi anche nella giustizia: il suo ex professore di educazione fisica, Luiz Carlos Osorio, detto Luizao, che lo scoprì per primo, lo ha citato in giudizio e ora chiede circa 10 milioni di reais (oltre 3 milioni di euro) per una presunta commissione non pagatagli.
Ed è anche colpa della sua vita fuori dal campo di gioco, che secondo i sostenitori del club di San Paolo sarebbe ‘troppo modaiola’. “Più calcio e meno scenate”, dicono. Del resto, l’ex attaccante rossonero ha confessato candidamente ai media locali di avere un debole per abiti firmati, auto sportive e preziosi orologi. Dichiarazioni che non sono affatto piaciute ai numerosi fan del ‘Timao’, che hanno anche imbrattato con lo spray i vetri del negozio ufficiale della società. “Vai a troppe feste, la pace è finita”, è una delle scritte apparse.

(fonte sportmediaset.mediaset.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy