MERCATO – Il Chelsea chiama Balotelli

MERCATO – Il Chelsea chiama Balotelli

E’ una semplice indiscrezione ma dopo quanto era già montato con le parole di Mino Raiola che avevano sottinteso un amore mai finito tra Mario Balotelli e Josè Mourinho, suo mentore ai tempi dell’Inter pre-Triplete, le notizie che rimbalzano da Londra hanno l’obbligo di essere esposte e verificate. Perchè se…

E’ una semplice indiscrezione ma dopo quanto era già montato con le parole di Mino Raiola che avevano sottinteso un amore mai finito tra Mario Balotelli e Josè Mourinho, suo mentore ai tempi dell’Inter pre-Triplete, le notizie che rimbalzano da Londra hanno l’obbligo di essere esposte e verificate. Perchè se è vero che il tecnico portoghese si è mosso in prima persona per chiamare a sè SuperMario, allora al Milan devono valutare seriamente l’ipotesi che a fine stagione qualcosa possa cambiare nei programmi tecnici della società. Che non può sottovalutare alcun rumors attorno al giocatore che è stato sempre considerato una ‘stella’ malgrado i pensieri e le strategie siano tutte incentrate sulla riqualificazione dirigenziale del club.

Inizio eccellente, poi il calo – SuperMario, considerato dal presidente Berlusconi una “mela marcia” ai tempi dell’interessamento di Galliani per l’allora bomber del City, arrivò al Milan nel gennaio 2012 alla cifra importante di 20 milioni di euro. Un investimento che diede subito i suoi enormi effetti positivi: 12 gol nelle successive 13 partite di serie A (avendo giocato con il City la Champions era per lui ‘vietata’) e Milan che raggiungeva il traguardo della qualificazione in Champions League all’ultima giornata dopo una corsa al batticuore (e non senza polemiche) con la Fiorentina. Poi, con il nuovo anno, però la luce si è spenta riportando SuperMario nel teatrino del gossip e dei pettegolezzi per le sue intemperanze e modi di vivere il suo ruolo da star. Tante chiacchiere, molte ammonizioni, troppe espulsioni (in totale più dei gol segnati) e il suo nome che rimbalza di giorno in giorno tra notizie di mercato e rivoluzioni societarie.

Tra Facebook e Raiola –  Anche Mino Raiola ci aveva messo del proprio con dichiarazioni sibilline verso il suo assistito che poi aveva calato l’asso pubblicando sul suo profilo Facebook un articolo edito da calcio.fanpage.it in cui dava indiretta conferma alla sua voglia di trasferirsi dallo Special One. Adesso, proprio Mourinho sembra riconfermare quelle che erano voci e che si stanno trasformando in concrete basi per aprire ad un passaggio estivo di Balotelli verso il Chelsea con il suo ritorno in Premier dopo un anno e mezzo di lontananza.

E il Milan? – Se a giugno ci sarà la tanto decantata ristrutturazione filosofica rossonera, la partenza di Mario potrebbe essere vista anche come naturale conseguenza dell’avvicendamento dirigenziale. Calciatore voluto da Galliani, con la partenza dell’ad rossonero anche SuperMario potrebbe rifare le valigie e accasarsi altrove visto che Barbara berlusconi, oramai prossima a prendere in mano l’asset Milan, ha già fatto intendere di avere le idee chiare su altri uomini cui affidare le sorti della società. Anche il prezzo – che non è assolutamente un elemento secondario – sarebbe quello giusto: acquistato 18 mesi prima a 20 milioni verrebbe rinvenduto a non meno di 30. Per la gioia di Mourinho, che con Eto’o e Balo in campo potrebbe ributtare le basi a Londra di quello che riuscì a fare di lì in pochi mesi a Milano.

fonte: calcio.fanpage.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy