Livaja fuori rosa: non voleva scaldarsi

Livaja fuori rosa: non voleva scaldarsi

A Bergamo vige la tolleranza zero: Marko Livaja non ci sarà neppure per la partita con la Lazio dopo essere stato messo fuori rosa già la settimana scorsa. L’attaccante croato è stato punito dalla società, in accordo con il tecnico Colantuono, per aver rifiutato di scaldarsi durante la gara di…

A Bergamo vige la tolleranza zero: Marko Livaja non ci sarà neppure per la partita con la Lazio dopo essere stato messo fuori rosa già la settimana scorsa. L’attaccante croato è stato punito dalla società, in accordo con il tecnico Colantuono, per aver rifiutato di scaldarsi durante la gara di Udine. Livaja non rientrerà nella lista dei convocati per la prossima sfida di campionato contro i capitolini e al momento la decisione resta a tempo indeterminato. Lo ha confermato l’allenatore Stefano Colantuono, che ha riassaporato la vittoria con il Chievo: “Finalmente siamo in una posizione di classifica tranquilla, ma guai a parlare di salvezza. Non voglio vedere segni di appagamento, anche perché  in trasferta dobbiamo cambiare registro. Essere penultimi nel rendimento esterno quasi non mi fa dormire”

Carattere difficile – Per Marko Livaja non è la prima volta che accade. Il talento ex nerazzurro ha già dato prova di avere un carattere difficile in passato. Nel marzo 2013 alla vigilia della sfida casalinga con la Sampdoria, nella seduta di rifinitura del sabato, Livaja era stato mandato anzitempo negli spogliatoi perchè in quel frangente si era reso protagonista di un acceso diverbio con mister Stefano Colantuono che gli aveva fischiato, nelle sue vesti di occasionale arbitro, un fuorigioco non condiviso dal giocatore. Scattò, pure allora, la mancata convocazione per l’incontro con l’undici doriano.

 

FONTE: CALCIO.FANPAGE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy