La Francia impazzisce: Zidane allenatore

La Francia impazzisce: Zidane allenatore

Sono bastati dieci minuti, per far scattare di nuovo la scintilla e infiammare un sogno di massa, sul ritorno più atteso, quello dell’idolo di un’intera nazione promesso a grandi orizzonti anche come allenatore. Zidane in panchina è una prospettiva quasi reale. Ma se il debutto del vice di Ancelotti al…

Sono bastati dieci minuti, per far scattare di nuovo la scintilla e infiammare un sogno di massa, sul ritorno più atteso, quello dell’idolo di un’intera nazione promesso a grandi orizzonti anche come allenatore. Zidane in panchina è una prospettiva quasi reale. Ma se il debutto del vice di Ancelotti al Real Madrid avvenisse in Francia sarebbe delirio. Soprattutto se cominciasse a Marsiglia. Laddove è nato e cresciuto, ma senza mai giocare al Velodrome, e dove l’1 marzo è riapparso per pochi minuti sotto forma di murales, facendo scatenare i rumors di mercato.

IL MURALES — Il ritratto dell’ex bianconero è stato proiettato proprio sul muro che nel 1998 accolse il dipinto del volto di Zidane dopo il trionfo al mondiale francese. Una trovata dell’Adidas che fece il giro del mondo. Lo scorso mese, è tornato il murales, ma solo per qualche minuto. Una proiezione vista da pochi ma finita sui social network. E subito si è pensato a un’operazione di marketing per preparare il popolo marsigliese al ritorno. Zidane allenatore e salvatore di un Marsiglia in preda alla crisi. Invece, si trattava solo di un tag artistico, virale, di un fotografo che proietta sui muri della città i volti di marsigliesi, famosi o sconosciuti. Nessun contatto tra Zidane e il club locale che invece attende una risposta da Marcelo Bielsa per martedì.

PLATINI — Ma l’ipotesi di Zidane allenatore di Ligue 1 piace comunque ai media francesi che da ieri fomentano l’ipotesi di un accordo tra il vice di Ancelotti e il Monaco. Secondo l’Equipe, il magnate Rybolovlev ci penserebbe per rimpiazzare Ranieri. Voci che non trovano nessun riscontro nel Principato, ma accolte favorevolmente dall’ambiente. E pure Platini si sbilancia: “Se Zizou ha voglia di allenare, sarebbe bene cominciasse al Monaco che è un buon club con mezzi a disposizione. E’ un ragazzo intelligente, tagliato per il mestiere. Meglio alleni un club prima di pensare alla nazionale. E lavorare con Ancelotti gli permette di essere pronto per fare il grande passo”.

 

fonte: gazzetta

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy