La Figc dà partita persa ai bambini di Birindelli

La Figc dà partita persa ai bambini di Birindelli

PISA – Alla faccia del rinnovamento, della voglia di dare il buon esempio e incentivare comportamenti virtuosi. Tutta Italia applaude il gesto compiuto dall’ex juventino Alessandro Birindelli, oggi allenatore e responsabile del settore giovanile del Pisa (squadra ritirata dal campo dopo la lite tra genitori) e la Federcalcio che fa?…

PISA – Alla faccia del rinnovamento, della voglia di dare il buon esempio e incentivare comportamenti virtuosi. Tutta Italia applaude il gesto compiuto dall’ex juventino Alessandro Birindelli, oggi allenatore e responsabile del settore giovanile del Pisa (squadra ritirata dal campo dopo la lite tra genitori) e la Federcalcio che fa? Multa simbolica all’Ac Pisa 1909 (cento euro) che sembra soprattutto una punizione per i genitori litigiosi, oltre alla partita persa e a 1 punto di penalizzazione in classifica.

Al momento niente a carico dell’allenatore (che avrebbe del clamoroso). Dopo la decisione di Alessandro Birindelli (l’allenatore degli Esordienti del Pisa) di ritirare sabato scorso la propria squadra dalla partita contro gli Ospedalieri per una lite sugli spalti scoppiata tra alcuni genitori dei calciatori, il giudice sportivo, come si legge nel bollettino della Federcalcio provinciale pisana, ha deciso tra l’altro di multare l’Ac Pisa 1909 per intemperanze dei propri sostenitori. Una multa simbolica (100 euro), ma significativa, soprattutto perché nei confronti dell’allenatore non è stato preso alcun provvedimento. Come dire, Birindelli non va punito per il gesto che ha compiuto (e che ha fatto parlare e riflettere lo sport nazionale), ma, anzi, va inflitta, anche se indirettamente attraverso la società, una sanzione a chi è all’origine di quell’episodio.

Anche la posizione di Birindelli è comunque ancora sotto osservazione: ieri è stato ascoltato dalla commissione disciplinare. Una sorta di “supplemento di indagine”, ma anche un atto dovuto: da vedere se ci saranno sviluppi sul fronte dell’allenatore dei giovani nerazzurri.

La decisione di ritirare la squadra costa comunque cara al Pisa. Alla squadra sono state infatti inflitte la sconfitta a tavolino per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica. «Il giudice sportivo territoriale – si legge nel comunicato della Federcalcio provinciale – esaminati gli atti ufficiali da cui si rileva che la gara è stata sospesa al 14’ del 2º tempo in quanto il Pisa 1909 ha rinunciato al proseguimento della disputa della stessa, visto l’articolo 53 comma 2 delle norme federali, decide di infliggere al Pisa 1909 la punizione della perdita della gara per 0-3, nonché la penalizzazione di 1 punto in classifica».

(fonte iltirreno.gelocal.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy