Juve-Bologna, Donadoni: “Presi due gol per ingenuità clamorose, hanno cambiato la partita”

Juve-Bologna, Donadoni: “Presi due gol per ingenuità clamorose, hanno cambiato la partita”

Il tecnico degli emiliani ha parlato dopo la sconfitta allo Stadium

TORINO – Dopo la brutta sconfitta allo Juventus Stadium contro i Campioni d’Italia, l’allenatore del Bologna Roberto Donadoni ha parlato a Premium Sport: “Non dovevamo assolutamente subire il calcio di rigore, ha cambiato la partita perché è difficile poi recuperare due gol alla Juventus. Il terzo gol è stata un’altra ingenuità clamorosa, nel secondo tempo volevamo continuare a giocare come fatto nel primo tempo, dove mi è piaciuto l’atteggiamento. Solo qualche ingenuità individuale ha cambiato il risultato, ora dobbiamo pensare alla prossima dove dovremo limare gli errori per ottenere il risultato. Ultimamente abbiamo giocato con Mounier e Krejci, oggi ho voluto due esterni con il piede invertito e Di Francesco ha fatto molto bene, sono giocatori che devono crescere e abituarsi a questi stadi. Abbiamo subito il gol dopo cinque minuti, è chiaro che siamo partiti consci della loro forza, dopo abbiamo cercato di rimanere in partita facendo il nostro gioco. Siamo arrivati spesso negli ultimi 20 metri, ma abbiamo concretizzato poco per mancanza di lucidità. La Juve è sempre forte, spesso le sbavature dipendono proprio dalla pressione dell’avversario, in certe situazioni però sono state fatte male alcune letture, sono mancate le scalate e questo ci ha penalizzato. Se lasci colpire Higuain in area di rigore la percentuale di realizzazione è altissima. Il futuro? Adesso è l’ultimo dei pensieri, quest’anno abbiamo un obiettivo da raggiungere e spendere energie in questa direzione. Se poi la stagione andasse bene si possono aprire mille scenari, ma tutto questo verrà valutato in estate, al momento voglio portare avanti il mio progetto con il Bologna”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy