Il Barcellona perde: decide Fausto Rossi

Il Barcellona perde: decide Fausto Rossi

Fausto Rossi affonda il Barça e fa un gran favore a Carlo Ancelotti: un gol del 23enne torinese offre al Valladolid, partito in zona retrocessione, la sua quinta vittoria in 27 giornate di Liga e condanna il Barcellona alla seconda sconfitta consecutiva in trasferta, 1-0 dopo il 3-1 con la…

Fausto Rossi affonda il Barça e fa un gran favore a Carlo Ancelotti: un gol del 23enne torinese offre al Valladolid, partito in zona retrocessione, la sua quinta vittoria in 27 giornate di Liga e condanna il Barcellona alla seconda sconfitta consecutiva in trasferta, 1-0 dopo il 3-1 con la Real Sociedad. Il Madrid in campo domani al Bernabeu col Levante vincendo può portarsi a +4. Eccezionale lo sforzo e l’impegno del Valladolid, prestazione incredibilmente sottotono del Barça: la quinta sconfitta stagionale brucerà sui catalani per polemiche e morale oltre che per la classifica della Liga. Martino non aveva Iniesta, rimasto a casa per problemi famigliari, e ha scelto Neymar e Pedro per accompagnare Messi lasciando fuori Sanchez. Il Valladolid, una vittoria nelle ultime 11 partite ma 4 pari nelle ultime 5 non aveva granché da perdere e si è goduto sole e stadio pieno approfittando dell’indolenza del Barcellona, pieno di stelle ma svuotato alla voce energie e attenzione.
GOL DI ROSSI —
CALCIO ESTERO

Guarda tutti i gol dei principali campionati esteri
 Il Barça stranamente sbaglia tanto in impostazione e costruisce poco, il Valladolid cresce piano piano e al 17’ brucia i campioni uscenti della Liga. Il gol è di Fausto Rossi, che non segnava dal 1 maggio 2012, all’Albinoleffe quando era in B col Brescia. Il canterano della Juve (in prestito qui) è bravo a battere Valdes approfittando di un rimpallo sulle gambe di Adriano di un tiro di Javi Guerra. L’occasione è eccellente e Fausto non la spreca. Non un brutto avversario al quale segnare il primo gol in Liga.
TANTI CAMBI, POCO GIOCO — La rete non sveglia il Barça, che centra tre volte la porta avversaria ma sempre senza pericolo alcuno e appare deconcentrato e poco reattivo. Il Valladolid si difende con ordine, è insidioso in contropiede e arriva al riposo senza problemi di sorta. La squadra di Martino inizia la ripresa un minimo più concentrata e al 3’ Marino salva di piede su Messi. Poi è Neymar, altra prestazione grigia la sua, a sprecare un’ottima occasione tirando alto, quindi il ‘Tata’ prova a mischiare le carte cambiando Fabregas con Sanchez: Messi arretra, Pedro va a sinistra, Neymar si accentra. Piqué lascia il posto a Sergi Roberto, quindi Tello per Neymar con Sanchez che va a fare il 9 e Pedro che torna a destra. Dal frullatore blaugrana non esce gran cosa. Il Valladolid si difende a oltranza ma non è che muoia di paura né di asfissia. E anzi spreca con Oscar l’occasione migliore della seconda parte. Non conta granché: la rete di Rossi basta per la Grande Sorpresa.

fonte: gazzetta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy