Guardiola piange con un suo giocatore che ha il padre malato

Guardiola piange con un suo giocatore che ha il padre malato

TORINO – Difficile vedere un uomo piangere. Soprattutto se si tratta di “un’autorità”. Ma l’allenatore spagnolo Josep Guardiola non è riuscito a trattenersi. È scoppiato in lacrime mentre consolava un giovane centrocampista del Bayern Monaco che gli ha parlato del cancro allo stomaco di cui soffriva suo padre, come ha…

TORINO – Difficile vedere un uomo piangere. Soprattutto se si tratta di “un’autorità”. Ma l’allenatore spagnolo Josep Guardiola non è riuscito a trattenersi. È scoppiato in lacrime mentre consolava un giovane centrocampista del Bayern Monaco che gli ha parlato del cancro allo stomaco di cui soffriva suo padre, come ha rivelato il giocatore. “I medici mi dissero che non credevano che mio padre potesse sopravvivere”, ha spiegato il danese Pierre-Emile Hojbjerg alla tv del suo paese, essendo stato scelto come “talento calcistico dell’anno”.

Sensibilità — “Arrivai all’allenamento e non riuscivo a smettere di piangere”. Guardiola gli chiese che cosa fosse successo. “Mio padre potrebbe morire, ho 18 anni, io sono qui, infortunato e solo”. La reazione del tecnico ha sorpreso il giocatore. “Mi disse: ‘devi stare vicino alla persone care, anche se pregiudica il tuo lavoro’. Dopo il Pep ha iniziato a piangere e ho sentito che non poteva parlare.

Mi disse che sia lui che il club sarebbero stati al mio fianco”. Secondo ‘Bild‘, Guardiola e il Bayern si sono adoperati affinché il padre fosse trasportato in Germania, dove ora viene curato. “Ora dicono che mio padre ha possibilità reali di sopravvivere”, ha raccontato Hojbjerg.

(fonte gazzetta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy