La Top 15 delle plusvalenze nel calcio

La Top 15 delle plusvalenze nel calcio

Con i soldi ricavati dalla cessione di Cavani il Napoli ha finanziato buona parte della sua campagna acquisti. Ricordate? Il Psg dovette sborsare 64.5 milioni di euro per assicurarsi l’attaccante uruguaiano che piaceva a mezza Europa: dalla Liga (Real Madrid) fino alla Premier (Chelsea, Manchester City). Comprato a 12 milioni…

Con i soldi ricavati dalla cessione di Cavani il Napoli ha finanziato buona parte della sua campagna acquisti. Ricordate? Il Psg dovette sborsare 64.5 milioni di euro per assicurarsi l’attaccante uruguaiano che piaceva a mezza Europa: dalla Liga (Real Madrid) fino alla Premier (Chelsea, Manchester City). Comprato a 12 milioni di euro dal Palermo, rivenduto per una cifra astronomica: risultato, plusvalenza di 52.5 milioni di euro. Ma il carnet dei calciatori rivelatisi un affare d’oro al momento della cessione è abbastanza nutrito e l’ex Matador è in buona compagnia… basta dare un’occhiata a ritroso nel tempo e passare al setaccio: da Cristiano Ronaldo (allevato da Sir Alex Ferguson al Manchester United) fino a Pippo Inzaghi (passato dalla Juventus al Milan), passando per campioni del calibro di Bale (dal Tottenham al Real Madrid), Zidane (dalla Juvenntus al Real Madrid), Kakà (dal Milan al Real Madrid) e Ibrahimovic (dall’Inter al Barcellona). Dieci nomi pagati a peso d’oro nella speciale classifica delle plusvalenze:

 

 

 

1) Cristiano Ronaldo. Il Manchester United lo rilevò dallo Sporting Lisbona nel 2003 per 17.5 milioni di euro. Cresciuto sotto l’ala protettiva di Ferguson – pigmalione di altri talenti come Beckham – CR7 venne ceduto al Real Madrid per 94 milioni di euro. Plusvalenza: + 76.5 milioni.

2) Gareth Bale. L’avventura del gallese comincia tra le fila del Sothampton: segue la trafila delle giovanili fino all’esordio in prima squadra. Nel 2007 il Tottenham lo porta a Londra versando nelle casse dei Saints 14.7 milioni di euro. Vi rimarrà per 6 stagioni poi, dopo una lunga trattativa sarà ceduto al Real Madrid per 91 milioni. Plusvalenza: + 76.3 milioni.

3) Zinedine Zidane. Zizou, cresciuto nel quartiere dormitorio di Place Tartane a Marsiglia. Le ‘chat noir’ è l’etichetta che la critica gli aveva affibbiato perché accusato di non essere fortunato abbastanza rispetto alla sua classe. La Juventus se ne innamorò e lo portò a Torino strappandolo al Bordeaux per 3.5 milioni di euro. Nel 2001 il trasferimento al Real Madrid per 73.5 milioni. Plusvalenza: + 70 milioni.

4) Luis Figo. Il percorso è lo stesso di Cristiano Ronaldo: dallo Sporting Lisbona alla Spagna ma sulla sponda catalana. Nel 1995 i blaugrana, che non erano ancora i ‘marziani’ leggendari di Guardiola, lo prelevarono per 2.5 milioni di euro. Cinque stagioni al Camp Nou prima di accasarsi al Bernabeu per una cifra di 60 milioni. Plusvalenza: + 57.5 milioni.

5) Ricardo Kakà. A Milano arrivò nel 2003 tra lo scetticismo generale per quella faccia da bravo ragazzo e quell’espressione che, secondo alcuni erroneamente, tradiva una carattere troppo ‘debole’ per le rudezze del calcio italiano. Al San Paolo andarono 8.250 milioni di euro e, dopo 6 stagioni a San Siro, Kakà venne ceduto al Real Madrid per 65 milioni. Plusvalenza: + 56.750 milioni. (Fanpage.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy