Concede un calcio di rigore: ucciso di botte

Concede un calcio di rigore: ucciso di botte

Terribile episodio di violenza in uno stadio di calcio ghanese: a farne le spese e pagare il prezzo più alto è stato un arbitro locale, che ha “pagato” con la vita la decisione di dare un calcio di rigore alla squadra ospite. L’episodio è accaduto nel match tra Gold Stars…

Terribile episodio di violenza in uno stadio di calcio ghanese: a farne le spese e pagare il prezzo più alto è stato un arbitro locale, che ha “pagato” con la vita la decisione di dare un calcio di rigore alla squadra ospite. L’episodio è accaduto nel match tra Gold Stars e Naa Joe United, nella terza divisione ghanese (equivalente della nostra Serie D): al novantesimo minuto di gioco, l’arbitro Andoh Kyei, di soli 21 anni, ha concesso un rigore alla squadra ospite.

 

I tifosi di casa non l’hanno presa bene, ed hanno aggredito selvaggiamente l’arbitro, che ha incassato tantissime botte a ripetizione: tornato a casa, ha raccontato l’episodio al fratello ma rifiutando le cure mediche, probabilmente sottovalutando i colpi ricevuti.

fotne: calcio.fanpage

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy