CALCIO italiano – Stadio distrutto

CALCIO italiano – Stadio distrutto

Non c’è limite al peggio. Dopo l’irruzione ultrà nel ritiro del Cagliari, da Varese arriva un’altra notizia che fa male al calcio. Alcuni vandali-ultrà nella notte sono entrati nell’impianto “Franco Ossola” e hanno devastato lo stadio, impedendo di giocare la partita con l’Avellino. Nel raid segate le porte, divelte le…

Non c’è limite al peggio. Dopo l’irruzione ultrà nel ritiro del Cagliari, da Varese arriva un’altra notizia che fa male al calcio. Alcuni vandali-ultrà nella notte sono entrati nell’impianto “Franco Ossola” e hanno devastato lo stadio, impedendo di giocare la partita con l’Avellino. Nel raid segate le porte, divelte le panchine, distrutto il prato e tracciato scritte contro i dirigenti del club.  Tutto è successo nella notte tra venerdì e sabato. Alcuni vandali si sono introdotti nello stadio e hanno distrutto tutto. Un’azione non certo casuale, viste le scritte lasciate contro Laurenza, Cassarà e Imborgia. Tra tifosi e club, con la retrocessione a un passo, da tempo c’è alta tensione, ma ora la situazione sembra degenerata.

 

A causa delle condizioni del terreno di gioco, la gara contro l’Avellino è stata rinviata. Inutile, dunque, l’intervento di operai e giardinieri per ripristinare il campo e consentire l’inizio del match in programma per le 15. Sul luogo sono intervenute le forze di polizia che stanno indagando su quanto è successo. La partita si giocherà domani alle 15. (sportmediaset)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy