Aria tesa in casa Lazio: “Tutti hanno pensato di andare via”

Aria tesa in casa Lazio: “Tutti hanno pensato di andare via”

La rocambolesca vittoria sul Parma ha riavvicinato la Lazio alle zone europee della classifica ma non ai propri tifosi. Nonostante il successo pesantissimo sui gialloblu non si placa la contestazione dei tifosi biancocelesti che continueranno a disertare lo stadio fino alla fine della stagione. Guerra aperta a Claudio Lotito colpevole…

La rocambolesca vittoria sul Parma ha riavvicinato la Lazio alle zone europee della classifica ma non ai propri tifosi. Nonostante il successo pesantissimo sui gialloblu non si placa la contestazione dei tifosi biancocelesti che continueranno a disertare lo stadio fino alla fine della stagione. Guerra aperta a Claudio Lotito colpevole secondo la curva di un progetto non all’altezza del club, della cessione di Hernanes e dei mancati acquisti di qualità. Una situazione che, le tante trattative allestite dalla dirigenza laziale, compresa quella conclusa per Djordjevic, non sembrano alleviare e che sta influendo sulla volontà future dei giocatori.

Fuga da Formello. Come confermato dal presidente Lotito, a fine stagione potrebbe concretizzarsi una vera e propria “fuga” dalla Lazio per molti calciatori biancocelesti. Diversi protagonisti della squadra di Reja infatti potrebbero cambiare aria, condizionati nelle loro scelte dalla difficile e surreale condizione ambientale. Tra questi c’è Cana che al termine del match contro il Parma senza troppi giri di parole ha dichiarato: “Non c’è un giocatore che non si ponga delle domande sul futuro, almeno se la situazione dovesse rimanere questa”.

 

Futuro incerto per Klose e Lulic. Anche sulla situazione delle due stelle biancocelesti potrebbe influire e non poco l’atteggiamento della tifoseria. Il centravanti tedesco che sta valutando un eventuale addio a fine stagione, ha rimandato ogni decisione a fine campionato dichiarando: “Con la società ci siamo incontrati, ma c’è tempo, vedremo più avanti di sicuro vogliamo conquistare l’Europa League”. Stesso discorso per l’esterno bosniaco finito nel mirino della Juventus: “Non sono in scadenza, non posso decidere da solo il mio destino. L’interesse della Juve? A fine stagione si vedrà”. Diversa la situazione di Candreva che sarà riscattato dall’Udinese anche se, nella giornata di ieri dopo il gol al Parma ha esultato in maniera polemica zittendo una curva già molto silenziosa.

fonte: calcio.fanpage

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy