Prende forma la nuova Juve tra addii dolorosi, conferme e big in bilico

Prende forma la nuova Juve tra addii dolorosi, conferme e big in bilico

L’addio di Bonucci ha rubato la scena, ma c’è ancora da stabilire il futuro di qualche protagonista dei bianconeri

Addii

Il mercato della Juventus è stato scosso, inevitabilmente, dall’addio di Leonardo Bonucci per 40 milioni di euro, direzione Milan. L’arrivo di Douglas Costa è stato immediatamente oscurato dalla trattativa dell’estate, così come l’addio di Neto che si è accasato al Valencia. Dopo la partenza dell’ex Bari ora il mercato della Juve deve inevitabilmente subire un’accelerata, con i tifosi che invocano un grande colpo per dimenticare in fretta Bonucci. L’obiettivo in casa bianconera è quello di inserire almeno quattro elementi in rosa, ovvero un vice-Buffon, un terzino destro al fianco di Lichtsteiner, un centrocampista di alto livello e un ulteriore esterno per il 4-2-3-1 di Allegri. Prima però bisognerà valutare il futuro di alcuni elementi della rosa, la cui permanenza a Torino è tutt’altro che sicura.

NETO: Il portiere brasiliano, dopo due anni da vice-Buffon, ha deciso di lasciare Torino per tornare ad essere protagonista da titolare. Lo ha fatto scegliendo la Liga, accettando l’offerta del Valencia nonostante i tanti interessamenti in Italia e all’estero (Napoli e Watford le squadre più vicine all’ex Fiorentina). Nelle casse della Juventus sono entrati sei milioni di euro più uno di bonus, una plusvalenza importante visto che Neto era arrivato due estati fa a parametro zero.

DANI ALVES: Dodici mesi in chiaroscuro e un addio decisamente rumoroso. Dani Alves era arrivato a Torino per portare esperienza internazionale e mentalità vincente in casa bianconera. Sembrava tutto fatto con il Manchester City di Pep Guardiola dopo la rescissione con la Juve, invece l’ex Barça ha accettato l’offerta ricchissima del Paris Saint Germain da dodici milioni di euro a stagione. Le sue parole in conferenza stampa a Parigi hanno fatto rumore, le accuse rivolte all’ambiente bianconero non sono piaciute alla Juventus e ai tifosi.

BONUCCI: È stata la trattativa dell’estate, la più rumorosa. Quaranta milioni di euro più due di bonus, l’addio di Bonucci che si è materializzato nel giro di 72 ore e ha portato il difensore della Nazionale al Milan. Dopo aver rifiutato dodici mesi fa le ricchissime offerte provenienti dalla Premier League è stato lo stesso Bonucci a spingere per la cessione. Il suo messaggio di ringraziamento verso tutto il mondo Juve, eccezion fatta per Max Allegri, fa capire quale possa essere il motivo della separazione tra Bonucci e la Juventus.

>>>VAI AL PROSSIMO<<<

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy