Tardelli: “In nazionale non c’è spazio per tecnici di club come Conte”

Tardelli: “In nazionale non c’è spazio per tecnici di club come Conte”

Il campione del mondo ha spiegato che questi spaccano le tifoserie

TORINO – Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Marco Tardelli ha detto la sua sul c.t. della nazionale. Ecco le sue parole: “Si dice che Conte abbia portato in alto l’Italia, ed è vero, in quel momento storico c’era bisogno del suo “modo” di allenare. Ma l’Italia è stata quasi sempre in alto. Cosa hanno fatto Bearzot, Zoff, Lippi e gli altri? In futuro dovremo insistere sulla figura dei c.t. federali che crescono in federazione e, se sono bravi, arrivano alla panchina azzurra. Non penso ci sia futuro per tecnici di club che, a volte, spaccano le tifoserie: Conte era della Juve, Ventura del Torino. Mi aspetto da Ventura quello che ha fatto Bernardini dopo Germania ’74: una rivoluzione. Bernardini cambiò tutto e tutti, anche chiamando nomi sorprendenti. Ventura è un allenatore di giovani e mi sembra stia cominciando a fare lo stesso, almeno da queste convocazioni: ma devono lasciargli la libertà di farlo. Tutti erano d’accordo con Bernardini e con i rischi che comportava quella svolta. Cambiare è un rischio: paga a lunga scadenza”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy