Ravanelli: “Dopo l’addio di Vialli, Umberto mi disse nel suo studio che sarei stato il capitano”

Ravanelli: “Dopo l’addio di Vialli, Umberto mi disse nel suo studio che sarei stato il capitano”

L’ex bianconero ha raccontato un aneddoto della sua vita juventina

TORINO – Fabrizio Ravanelli, nel backstage del film per celebrare i 120 anni della Juventus, ha raccontato di quando gli fu annunciato che avrebbe indossato la fascia di capitano: “Un giorno mi ricordo che il Dottor Umberto mi chiamò nel suo studio e mi disse che l’anno successivo, visto che Gianluca Vialli doveva andare via, che non gli era stato rinnovato il contratto, dovevo rappresentare la Juventus, con la fascia da capitano. Per me fu una grande iniezione di fuducia, e lui mi fece vedere tutta la storia della Juventus con le foto di quando era nata, di lui e il fratello. Per me è un grande ricordo, quello di poter aver vissuto quei trenta minuti con lui nel suo studio e quelle sue belle parole nel darmi fiducia negli anni successivi, di vivere la Juventus ancora più da protagonista con la fascia da capitano.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy