Le voci, Neuer: “Buffon è impressionante, ma l’Italia non mi sorprende”

Le voci, Neuer: “Buffon è impressionante, ma l’Italia non mi sorprende”

Il portierone della Germania parla del numero uno azzurro e della vittoria degli uomini di Conte contro il Belgio nella prima giornata del girone E

TORINO – Intervistato dalla Gazzetta dello Sport il portierone della Germania Manuel Neuer ha parlato dell’Italia e della prestazione di Gigi Buffon contro il Belgio.

Lei riuscirebbe ad appendersi dopo uno sprint tanto lungo?
Ride. “Non so se alla sua età riuscirò in un gesto così. Mi sono perso la scena, mi hanno detto che è stata divertente. Ma Gigi sa cosa può permettersi o a cosa prestare attenzione. Io faccio anche altro con discrezione, vado in mountain bike, qualche volta in Vespa. Non si può rinunciare a tutto”.
Dal fisico al temperamento. L’ha colpita Buffon l’altra sera?
“È ancora al top. Per presenza, per come sprona la squadra, si vedeva come tutti lo ascoltavano, è una guida per i giovani”

Dopo il Belgio, spunta una nuova paura tedesca dell’Italia?
“Io non avevo mai cancellato gli azzurri dal pronostico, neanche dopo la nostra vittoria a Monaco. Avevo sentito molte critiche, però so che sono una squadra da torneo, si è visto come sono compatti tatticamente, come difendono bene, ma anche come sono sempre stati pericolosi anche dopo l’1-0”.
Sorpreso dalla vittoria?
“No, mi piace come sistemano la difesa, con i tre della Juve e De Rossi davanti, come chiudono a cinque. E come si muovono insieme. Movimenti di squadra ben interpretati”.
Sepp Maier ha detto una volta che lei può giocare fino a 50 anni. Pensa di farcela?
“Prima deve arrivarci Gigi, poi mi deve dire come ci riesce, io vedo come diventa e poi ci rifletto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy