Le voci, Messineo: “Non è stato quel ragazzino a ferirmi, ma un uomo di 30 anni”

Le voci, Messineo: “Non è stato quel ragazzino a ferirmi, ma un uomo di 30 anni”

Parla il ragazzo accoltellato a Roma dopo la partita tra Juve e Milan

 

TORINO – “A ferirmi non è stato quel ragazzino, ma un ultrà con gli occhi azzurri”. Come si legge su Corriere.it, parla l’attore Gianluca Macrì Messineo, accoltellato sabato notte a Prati da un gruppo di tifosi del Milan. “Ho alzato le mani, ho detto che ero della Juventus e mi hanno colpito. Ne sono sicuro: quello che mi ha dato le coltellate non è quel ragazzino. Era molto più grosso, pelato, con gli occhi azzurri. Aveva circa 30 anni e indossava una maglietta nera con le maniche corte. Proprio un’altra persona”. Pirlo intanto sembra non essere contento del campionato americano: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy