Le voci, Lippi: “La Juve non fa il passo più lungo della gamba”

Le voci, Lippi: “La Juve non fa il passo più lungo della gamba”

L’ex allenatore dei bianconeri ha paragonato la gestione societaria della Vecchia Signora con quella delle milanesi

TORINO – Protagonista della nuova puntata della rubrica curata da Paolo Condò, ‘Mister Condò’, Marcello Lippi, ct campione del mondo nel 2006, ha spiegato il motivo per il quale la Juve sia l’unica big del nostro calcio che resterà in mano ad una famiglia italiana: “C’è differenza nella gestione della Juventus come società negli ultimi 20 anni rispetto a Inter e Milan. Alla Juve non si è mai fatto il passo più lungo della gamba, perché la società è inserita nel contesto di una gestione di un gruppo generale. Mentre altrove, la passione famigliare ha prevalso su certi momenti, tanto che sono state fatte delle spese diverse” Intanto Morata “tradisce” il Real: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy