Le voci, Djorkaeff: “Pogba deve andarsene dalla Juve”

Le voci, Djorkaeff: “Pogba deve andarsene dalla Juve”

La leggenda della nazionale francese ha parlato del futuro del centrocampista bianconero, sottolineando come la scelta migliore sarebbe un trasferimento in Premier

TORINO – Youri Djorkaeff, campione del mondo nel 1998 con la nazionale francese ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport dell’Europeo. Per prima cosa ha speso parole di elogio per Giroud e Payet: “Ho sempre creduto in Giroud, e dicevo che se avesse fatto da torre per gli inserimenti degli altri e sfruttato la sua fisicità e la sua tecnica in area, avrebbe fatto un gran torneo. Quando la Francia è in difficoltà può affidarsi ai lanci lunghi su di lui: è uno dei pochi centravanti veri rimasti in circolazione. Payet? Una sorpresa. E’ stato bravissimo a sfruttare il fatto di non essere sotto i riflettori e all’inizio ha risolto i problemi della Francia. Che tecnica. Un po’ mi somiglia: sa costruire gioco, osare e segnare. E da fuori area ha il tiro giusto”. Poi, sul futuro di Pogba: “Troppi occhi addosso per un giovane. Ha grandissime qualità ma non è in grado di portare il peso di una squadra. E poi deve ancora trovare il suo vero ruolo, soprattutto in nazionale. Per me è un numero 8. Se è all’altezza di Platini e Zidane? Ha i numeri per diventarlo. Ma non deve crescere troppo in fretta, un passo alla volta. Mercato? Pogba deve andare, la Juve deve lasciarlo andare. Inutile tenere un giocatore che sa che può ambire al massimo dei club. E la Juve fa un ottimo incasso”. Tornando sulla Francia: “Sarà il vero test di grandezza. Finora purtroppo per la Francia l’Euro non è stato un torneo allenante, come le amichevoli di preparazione. Questo è l’ostacolo. I vantaggi sono che giochiamo in casa, arriviamo nel momento migliore e la Germania è più stanca e ha qualche infortunio. Ma la Germania è l’unica vera squadra di questo Europeo dal livello bassissimo. Francia, Spagna, Italia sono un gradone sotto”. Infine ha parlato dell’eliminazione dell’Italia contro la Germania: “Azzurri battuti in maniera orrenda. Ma che hanno fatto Pellè e Zaza? Davanti a Neuer poi… Peccato perché l’Italia mi ha sorpreso. Non mi aspettavo una squadra così forte come collettivo. Nel rapporto qualità-gioco forse meritavate di passare”. L’Europeo ha deluso l’ex fantasista dell’Inter: “Poca qualità, davvero poca qualità. Tiri in porta col contagocce, rari giocatori capaci di saltare l’uomo. Di interessante c’è stata l’organizzazione delle piccole, Islanda e Galles, il ritorno di squadre storiche come Ungheria e Polonia”.

Intanto, fronte mercato, dall’Inghilterra arriva un offerta clamorosa per Pereyra: CONTINUA A LEGGERE

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy