Le voci, Barzagli: “Rugani mio erede se diventa cattivo. Dopo il ritiro potrei dire addio al calcio”

Le voci, Barzagli: “Rugani mio erede se diventa cattivo. Dopo il ritiro potrei dire addio al calcio”

Il difensore della Juventus e della Nazionale parla del suo compagno di squadra. Alla fine dell’intervista parla anche del suo futuro dopo che smetterà di giocare

 

TORINO – Andrea Barzagli, difensore della Juventus e della Nazionale, ha rilasciato un’intervista al Quotidiano Sportivo: “Il caso Bonucci? Si è creato un caso per niente. Rugani mio erede? Mi assomiglia ma deve prendere un minimo di cattiveria. Il dopo Conte? Serve un profilo per allenare i giovani e dare sicurezza alla nuova generazione. La finale di Coppa Italia? Mi aspetto grande orgoglio da parte del Milan. E’ una partita secca, mi aspetto di tutto. Non la prenderemo sottogamba. Io dirigente dopo il ritiro? Ci vorrà tempo per decidere. Non so se resterò nel calcio”. Nel frattempo il mercato si infiamma: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy