Le voci, Allegri fa il punto sul mercato e sulla preparazione

Le voci, Allegri fa il punto sul mercato e sulla preparazione

Il tecnico livornese ha parlato di vari aspetti che stanno contraddistinguendo questa fase precampionato dei bianconeri

TORINO – Allegri ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport di mercato e del precampionato dei bianconeri. La prima domanda arrivata ad Allegri è stata sulla possibilità di acquistare Higuain, a cui il tecnico bianconero ha risposto in maniera chiaramente favorevole: “I grandi giocatori sempre ben accetti, per competere ad alti livelli servono campioni di grande qualità”. Il Pipita potrebbe essere molto più di un semplice sostituto di Morata, e questo il buon Max lo sa bene.

Si è poi passati al primo test sul campo contro il San Mauro: “È stato un buon test dopo 10 giorni di lavoro. Pjanic ha giocato davanti alla difesa e anche trequartista, conosce bene il calcio e non ha problemi a scendere in campo in qualsiasi posizione. Si è trovato bene con Dybala, sono due giocatori tecnici e simili tra loro”.

Ovviamente non poteva mancare una domanda sul giocatore più chiacchierato dell’estate, Paul Pogba, e sul reparto offensivo: “I francesi rientrano il 7 agosto. Tutti e due? Sono entrambi giocatori della Juve, spero rimarranno alla Juventus. Io Pogba lo aspetto ad agosto. Di mercato non parlo, la società sta facendo un ottimo lavoro. Sono arrivati giocatori importanti, sono soddisfatto. L’attacco? Ci sono Mandzukic, Zaza e Dybala, il mercato è ancora lungo. Con Zaza non ho ancora parlato, l’anno scorso per noi è stato determinante. Pereyra? Sta lavorando a parte, segue un programma specifico sulla forza”.

Per concludere, Allegri ha parlato della preparazione e degli obiettivi per la prossima stagione: “Abbiamo ripreso a correre dopo 40 giorni di riposo. L’anno scorso abbiamo dovuto accelerare i tempi a causa della Supercoppa. La cosa importante è correre a marzo e aprile perché è in quei mesi che si decidono campionato, Champions e Coppa Italia. Quest’estate abbiamo più tempo per prepararci, ma sarà molto più difficile della scorsa stagione: si alza l’asticella e le avversarie sono sempre più agguerrite”. Poi, prosegue: “Vogliamo giocare per tutti gli obiettivi. Abbiamo il dovere di migliorare il risultato dell’anno scorso in Europa, una competizione difficile da recuperare quando iniziano i dentro/fuori. L’entusiasmo dell’ambiente? È il sale della vita, ma serve buon equilibrio. La squadra è stata allestita nel migliore dei modi, sono arrivati tre giocatori importanti”.

Intanto, fronte cessioni, Rugani avrebbe dato la propria disponibilità a trasferirsi: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy