LA CONFERENZA – Allegri: “Domani gioca Neto. Conta solo vincere. Zaza-Dybala? Sono due punte centrali”

LA CONFERENZA – Allegri: “Domani gioca Neto. Conta solo vincere. Zaza-Dybala? Sono due punte centrali”

Domani in porta giocherà Neto perBuffon un turno di riposo

NEto

TORINO – Alla vigilia del match contro il Frosinone, Massimiliano Allegri si è presentato nella classica conferenza stampa, per rispondere alle domande dei cronisti. Ecco le sue parole: “Cuadrado? Oggi devo valutare le condizioni di Morata se è disponibile avrò tre attaccanti a disposizione e valuterò le scelte. Domani gioca Neto, riposerà Buffon”.

MENTALITA’ – “Siamo indietro, dobbiamo giocare partita dopo partita, domani dobbiamo tornare a vincere, sono tre punti per scalare la classifica, domani cerchiamo di andare nella parte sinistra della classifica. Siamo consci di essere indietro, ragioniamo partita per partita prima della sosta”.

MOMENTO CHIAVE – “Per gli infortuni, Morata non ha niente, sicuramente lo avremo a disposizione per sabato. Mandzukic non ha sentito dolore per la partita, è un generoso, non si ferma mai, è stato uno stato di affaticamento che gli ha causato un inforunio. Abbiamo accelerato sulla preparazione, non potevamo dare ai nazionali solo 15 giorni di vacanza. Abbiamo avuto tre partite difficili in amichevole, altrimenti non arrivavamo pronti per la Supercoppa che abbiamo vinto e raggiunto l’obiettivo, consapevoli che tanti giocatori sono arrivati alla fine. La squadra sta molto bene, si spendono tante energie nervose, fortunatamente ho Zaza, Dybala che sarà a disposizione. Ho giocatori in abbondanza, qualcuno si riposerà. E’ un momento delicato, domani c’è solo un risultato: vincere. La vittoria di Genoa è molto difficile, dove negli ultimi 5/6 anni abbiamo sempre perso. Lo scorso anno abbiamo perso dopo una partita molto fisica, con Gasperini è sempre così. Abbiamo riordinato le idee, dobbiamo crescere sul piano del gioco e sulla padronanza del match. Ma ci sono tanti giocatori nuovo, bisogna avere pazienza, rientreranno Marchisio, Asamoah e Khedira, per arrivare a marzo nelle migliori condizioni. Il primo passo è quello di qualificarci agli ottavi di Champions, l’Europa da una visibilità diversa dal campionato italiano”.

CACERES LEMINA HERNANES – “Lemina è più mezz’ala di Hernanes, nel Marsiglia ha fatto tanti ruoli, ha fatto un’ottima partita a Genoa, vedrò le sue condizioni. Caceres lo lascerò riposare anche domani, ha risentito il doppio impegno con la nazionale, è stato operato alla caviglia e alla spalla, piano piano ha giocato anche troppe partite dopo di questo”.

ZAZA-DYBALA – “Sono due giocatori che non hanno mai giocato insieme, sono con caratteristiche tecniche diverse, occupano tutti e due il centro dell’attacco”.

CUADRADO DIPENDENTE – “Sta facendo bene, come tanti altri, speriamo che possa gioare 50 prtite a questo livello. Ma la stagione è lunga, la Juventus non deve essere dipendente da un gioctore, ma deve essere in grado di offrire sempre una grande prestazione”.

RUGANI – “E’ dfficile che giochi, ha fatto molto bene, sta crescendo. Ma quando arrivi alla Juventus la concorrenza è tanta, ci sono due cnetrali tra i migliori di Europa, avrà la possiblità d trovare il suo spazio”.

COSA SI ASPETTA IN PIU’ – “Bisogna migliorare la qualità del gioco e dei passaggi, dobbiamo comandare di più la partita. Che abbiamo avuto con Chievo e Udinese, ma gli altri hanno fatto un tiro e un gol, il calcio è bello anche per questo. L’obiettivo è quello di avere una padronanza della partita per competere con le grandi d’Europa”.

INTER SORPRESA – “Non mi ha stupito, ha fatto un mercato importante, è stata costruita molto bene. Devono migliorare nel collettivo che sono insieme da poco, è una squadra solida che ha preso solo un gol in quattro partite. Ha dei singoli che ti possono risolvere la partita in qualsiasi momento”.

I CAVALLI MIGLIORI – “Ci sono cavalli che partono da dietro e arrivano in fondo, dobbiamo fare una corsa diversa. Dobbiamo seguire l’andatura e arrivare in fondo, dobbiamo arrivare in condizione massima a marzo e aprile, periodo cruciale per arrivare vicini alla vetta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy