Ferrara: “Il mio primo Juve-Napoli? Indimenticabile”

Ferrara: “Il mio primo Juve-Napoli? Indimenticabile”

Il doppio ex racconta la sua prima esperienza in questo big match

TORINO – Ciro Ferrara, in una lunga intervista realizzata da Veltroni, ha ricordato il suo primo Juve-Napoli. Ecco le sue parole: “Il 5 maggio ’85 è la data che resterà scolpita nei miei ricordi. Le volte che ero andato in panchina mi ero anche riscaldato ma non c’era mai stata la possibilità di entrare. Poi improvvisamente capita in quella che è la partita dell’anno, la partita clou per noi napoletani. In quegli anni gli obiettivi non erano grandi obiettivi e quindi battere la Juventus voleva dire tutto. Dopo una ventina di minuti un mio compagno si infortunò e Marchesi mi mandò in campo. Un ragazzino di diciotto anni che entra e deve marcare un certo Boniek… Io non potevo credere ai miei occhi, non potevo credere a quello che mi stava succedendo. Però devo dire che il debutto andò molto bene. Recentemente ho rivisto la partita e mio figlio mi ha detto “papà, andavate a due all’ora”. Marcai Boniek che poi, tra il primo e il secondo tempo, in uno scontro fortuito con il sottoscritto, uscì per una botta alla caviglia”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy