ESCLUSIVA ZACCARDO: “Juventus super favorita ma io tifo Milan. Complimenti a Barzagli”

ESCLUSIVA ZACCARDO: “Juventus super favorita ma io tifo Milan. Complimenti a Barzagli”

L’ex campione del mondo Cristian Zaccardo che ha trascorso tre stagioni al Milan che Domenica affronterà la Juventus, ci ha rilasciato in esclusiva un’intervista

di redazionejuvenews
di Marco Guido 
Cristian Zaccardo campione del Mondo 2006 e vincitore anche di una Bundesliga col Wolfsburg nel 2009, ci ha cortesemente concesso un’intervista in esclusiva in vista della partita di Domenica che vedrà impegnata la Juventus a San Siro contro il Milan, squadra dove il difensore ha trascorso quasi tre stagioni. Ecco cosa ci ha raccontato:
1) Cosa sta facendo attualmente Cristian Zaccardo? Dopo aver chiuso la mia esperienza a Malta, ora mi sto allenando e mi sto aggiornando visto che, dopo aver conseguito il patentito da allenatore Uefa, ho appena concluso il corso che a fine mese dovrebbe permettermi di acquisire anche la licenza da direttore sportivo. Nel frattempo sto pensando cosa fare in futuro.
2) Dopo quasi 400 presenze in Serie A, un campionato del mondo, una Bundesliga ed un campionato europeo Under 21, quali progetti hai per il futuro?  Potrei continuare a giocare ancora in campionati esteri come ad esempio nella nuova Canadian Premier League oppure altrove, vedremo quali offerte arriveranno poi prenderò una decisione.
3) Come la vedi la partita di Domenica tra Milan e Juventus? La Juventus anche quest’anno è troppo forte. Scontato dire che sono i favoriti ma nel calcio non sempre vince il più forte quindi per questa partita tifo i rossoneri anche se dovranno giocare una partita praticamente perfetta.
 4) Il tuo ex compagno di nazionale Gattuso merita, secondo la tua opinione, la fiducia della società rossonera? Gattuso ha ereditato un compito difficile, la situazione era piuttosto complicata ma se la sta cavando discretamente poi, come sempre nel calcio, saranno i risultati a decidere la società continuerà con lui. 
 5) Pensi che il Napoli possa contendere lo scudetto alla Juventus o è già nella mani dei bianconeri? La super favorita per lo scudetto è la Juventus mentre credo che Inter e Napoli possano lottare solamente per il secondo posto.
 6) La partita che ricordi con più affetto tra le tante che hai giocato contro la Juventus? Sicuramente Juventus-Palermo 1-1 del Settembre 2004 quando sbloccai il risultato con un colpo di testa su un calcio di punizione di Corini , Eravamo alla quarta giornata ed ero appena arrivato in Sicilia dopo che la squadra aveva centrato la promozione nella stagione precedente e così mi presentai bene ai tifosi rosanero. Poi anche un Juventus-Parma 1-4  del Gennaio 2011 quando vincemmo alla al Delle Alpi ed infine uno Juventus-milan 3-1 perchè nonostante la sconfitta ricordo l’emozione di vivere da titolare nel nuovissimo Stadium un big match disputato in notturna.
7) A chi daresti il pallone d’oro? A Cristiano Ronaldo? Ti rispondo senza ombra di dubbio Cristiano Ronaldo, nonostante l’elimanazione secondo me ha disputato un buon mondiale ma ha soprattutto trascinato il Real Madrid alla conquista della terza consecutiva Champions League entrando di diritto nella storia del calcio. 
8) Se potessi cambiare una decisione intrapresa nella tua carriera, quale cambieresti?  E’ chiaro che col senno di poi è tutto più facile però forse sarei dovuto rimanere qualche anno in più in Germania al Wolfsburg invece di voler rientrare subito in Italia accettando l’offerta del Parma.
9) Barzagli, tuo compagno sia al Palermo che al Wolfsburg oltre che nella nazionale campione del mondo, è approdato in bianconero proprio dopo aver lasciato la Germania: ti saresti aspettato che potesse giocare a questi altissimi livelli per così tanti anni? Conoscendolo ormai da molti anni, sapevo che era forte ma sinceramente non pensavo che potesse diventare uno dei pilastre della Juventus per così tanti anni. Sono naturalmente contento per lui a cui faccio naturalmente i miei complimenti per quanto sta facendo con la maglia bianconera.
10) Se ti chiedo un allenatore, chi ti viene in mente? Qui non ho assolutamente dubbi e ne cito due: Guidolin e Lippi. Col primo ho vissuto tanti momenti indimenticabili come l’esordio in Serie a Lecce o il primo gol all’Olimpico contro la Lazio che mi ha definitivamente lanciato nel calcio che conta. Non dimentico naturalmente le superlative stagioni vissute in Sicilia al Palermo o l’eccellente stagione di Parma. Per il secondo credo che lo possiate immaginare il motivo: mi ha dato la possibilità di giocare in nazionale con la quale sono riuscito, oltre a segnare il decisivo gol a Palermo che ci ha regalato la qualificazione a quei mondiali tedeschi che mi hanno permesso di vivere l’esperienza che ogni giocatore al mondo sogna.
Intanto le ultime voci di mercato parlano di super affare in vista per la Juve: asse caldissimo, clamorosi top player in ballo! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy