ESCLUSIVA GUCHER: “Quando una squadra ha Ronaldo, è sempre la favorita”

ESCLUSIVA GUCHER: “Quando una squadra ha Ronaldo, è sempre la favorita”

Il centrocampista del Pisa, ex del Frosinone, ci ha rilasciato un’esclusiva intervista

 

di redazionejuvenews

di Marco Guido

Roberto Gucher centrocampista attualmente in forza al Pisa ha vissuto diverse stagioni nel Frosinone, prossimo avversario della Juventus. Ecco cosa ci ha raccontato:

Come sta andando la stagione al Pisa? “All’inizio dell’anno sono state cambiate delle cose e ci siamo posti come obiettivo di guardare partita per partita come va quello che dovrebbe essere un percorso importante. Abbiamo tanti giovani in questa che è una piazza importante che ha delle pressioni e si sta creando un clima positivo che ci porti nella direzione giusta. Personalmente sono molto contento perché  sento la fiducia del mister e di tutto il gruppo; è normale che si vorrebbe sempre vincere però stiamo lavorando nella direzione giusta.”

Venerdi a Torino si gioca Juventus-Frosinone, che partita ti aspetti di vedere? “Due mesi fa ti avrei detto che era quasi impossibile ma adesso che il Frosinone sembra aver trovato l’assetto giusto, il colpaccio di Genova contro la Sampdoria e la classifica che si è ulteriormente accorciata, credo che avranno una grandissima voglia di tentare il colpaccio. La Juve difficilmente sbaglia la partita ma sapendo che dopo il Frosinone, c’è la Champions League perché non potrebbe ripetersi quel pareggio conquistato tre stagioni fa”.

Pensi che la tua ex squadra il Frosinone possa salvarsi? “Perché non crederci adesso che c’è un’aria molto più positiva rispetto a qualche mese fa? Le dirette concorrenti stanno facendo fatica, hanno solamente due punti di distacco ed hanno già affrontato tante big del campionato. Adesso devono arrivare pronti e giocarsi al meglio gli scontri diretti; dovranno invertire il fattore casa che storicamente ha sempre aiutato il Frosinone ma che in questa stagione sta mancando. Tutto è possibile”.

La Juve ha ufficializzato l’arrivo di Ramsey a Luglio, cosa pensi del centrocampista del gallese? Pensi che possa far bene in Italia? “Penso che se la società bianconera ha acquistato Ramsey vuol dire che il gallese può aiutare questa squadra  che è una delle più forti. La Juventus punta a vincere tutto. Negli ultimi anni non hanno sbagliato molte scelte e quindi sono convinto che anche lui aiuterà la squadra ad aumentare il livello di competitività. Ogni anno aggiungono dei nomi importanti ad un percorso che è da ammirare”.

La prossima settimana la Juve affronta l’Atletico Madrid. Credi che la squadra di mister Allegri possa passare il turno? “Penso che quando una squadra ha Ronaldo, è sicuramente la favorita anche se l’Atletico è la squadra peggiore che poteva capitargli. E’ vero che la squadra di Simeone non sta vivendo un periodo particolarmente brillante però una squadra fastidiosa e la Juve potrebbe soffrire. Se riesce a passare il turno però credo che potrà arrivare fino in fondo”.

Che ricordi hai dei tanti anni vissuti a Frosinone? “Sono arrivato giovanissimo a Frosinone dove mi hanno letteralmente adottato facendomi sentire a casa fin dal primo giorno. La gente mi ha sempre voluto bene ed ho ancora tantissimi amici li. A livello calcistico, dopo un periodo iniziale, siamo riusciti a vincere tantissimo, scrivendo pagine di sport che rimarranno nella storia. Sono stati anni indimenticabili, stupendi”.

Sei ancora in contatto con qualcuno del mondo gialloblu? Se si, con chi? “Ci sentiamo anche se ne sono rimasti pochi dei miei ex compagni. Mi sento ogni tanto con Frara che adesso lavora nella dirigenza gialloblu, Crivello che gioca nello Spezia e tanti altri. Siamo rimasti legati umanamente anche coi tifosi che continuano a seguirmi dimostrandomi di aver lasciato qualcosa non solamente a livello calcistico”.

Come mai decidesti di lasciare il Frosinone per passare al Vicenza nel Gennaio 2017? Ero in scadenza di contratto a Giugno 2017 ed il presidente mi ha più volte proposto il prolungamento dell’accordo col Frosinone ma visto che era cambiato l’allenatore e si stava concludendo un ciclo, ho deciso di aspettare decidendo poi insieme alla società di firmare col Vicenza, non mi sembrava il massimo rinnovare per rimanere in panchina o in tribuna e l’ho detto anche alla società che era d’accordo con me”.

C’è un giocatore a cui ti ispiri? Se si chi? “C’è un giocatore a cui ti ispiri? Se si chi? “Anche se oggi non gioca più, il primo nome che mi viene in mente è sicuramente Andrea Pirlo. Attualmente mi piace tantissimo Miralem Pjanic che, da quando è stato abbassato davanti alla difesa gioca nel mio stesso ruolo in maniera strepitosa. Un altro che ho sempre ammirato è un ex bianconero come Claudio Marchisio”.

Progetti per il futuro? “Sono arrivato nella scorsa stagione nella società nerazzurra che ha l’ambizione di conquistare la serie cadetta. L’anno scorso è stato il primo dopo il cambiamento societario ma già da questo campionato speriamo di lottare per la promozione anche se non è affatto semplice. Abbiamo un pubblico spettacolare che riempe sempre lo stadio dandoci una grossa mano e tutti noi speriamo di potergli regalare un’emozione indimenticabile”.

Ringraziamo naturalmente Robert Gucher e l’addetto stampa del Pisa Riccardo Silvestri per la cortese disponibilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy