Cuadrado: “Ho fatto di tutto per tornare alla Juve, ora sono a disposizione”

Cuadrado: “Ho fatto di tutto per tornare alla Juve, ora sono a disposizione”

Il colombiano ha raccontato il magico momento che sta vivendo in bianconero

TORINO – Dopo una lunga estate di contrattazioni, Cuadrado è finalmente tornato a Torino nell’ultimo giorno di mercato. Il colombiano aveva messo in chiaro che la Juve era l’unica destinazione gradite, e che di rimanere al Chelsea a fare da comprimario proprio non gli andava. Questo concetto lo ha ribadito anche in un’intervista rilasciata alla Stampa, dove ha spiegato: “Sto benissimo a Torino e cerco di dare tutto per la squadra. Qui sono tranquillo e ho voluto a tutti i costi tornare qua: cercherò di starci il più possibile. Riscatto in caso di scudetto? Vero, questo è il mio obiettivo e quello della Juve. Ma ora pensiamo al Napoli.” Cuadrado si è poi soffermato anche sul suo momento di straordinaria forma che sta attraversando, e lo ha fatto iniziando con una battuta: “Come fa il mister a tenermi fuori? Non lo so proprio (ride, ndr)! Scherzi a parte, io sono sempre a disposizione e cerco in ogni occasione di sfruttare al massimo la fiducia che mi danno. Aspetto il mio momento per poi dare tutto. Higuain? Spero davvero di dare l’assist giusto anche a lui. Gonzalo è un grandissimo attaccante e il gol arriverà. Noi cerchiamo di fare il nostro calcio, in base anche alle squadre che affrontiamo. Allegri mi dice sempre di stare aperto, di puntare l’uomo: con due attaccanti come Higuain e Mandzukic, mi ha detto di crossare il più possibile.” Il colombiano ha poi parlato di passato e futuro, ovvero la sconfitta con il Milan e la sfida di stasera con il Napoli: “Dopo Milano ci siamo detti che era una partita importante quella con la Samp. Il passato dobbiamo lasciarlo andare, dobbiamo scendere in campo con quella determinazione, con quella voglia di fare risultato a tutti i costi. Nell’ultima partita abbiamo fatto uscire quella rabbia che è della Juve e si è visto. Come si prepara Juve-Napoli? Allenandosi al massimo e dando il 100% in campo. Sarà una partita difficile, uno scontro diretto che vale come una finale. Speriamo di avere fame, voglia e determinazione per vincere, ma è ancora lunga e lo scudetto non si decide sabato sera. L’importante è stare sempre nei primi posti” Chiusura infine sull’emergenza attacco: “Io seconda punta? Ovunque serva, io ci sono. A volte il mister mi ha provato in quel ruolo, ma ci sono Higuain e Mandzukic che stanno bene. Se poi succede qualcosa, saremo tutti pronti.” Intanto il Cuadrado è caldo per la sfida di stasera, al contrario di altri suoi compagni di squadra – CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy