Capello: “Giusto ricorso Juve. Comico lo scudetto all’Inter dopo essere arrivata terza”

Capello: “Giusto ricorso Juve. Comico lo scudetto all’Inter dopo essere arrivata terza”

Fabio Capello parla del ricorso della Juve sul caso Calciopoli

di redazionejuvenews

Ai microfoni di Radio Rai Uno Fabio Capello ha parlato di mercato, delle partite di Coppa Italia e della Supercoppa.

 

“I giovani visti in Coppa Italia? Mancini ha fatto un buon lavoro mettendoli già alla prova con la maglia azzurra. Ci sono dei talenti, dei giocatori nuovi, che hanno qualità e personalità per la nostra Nazionale. Questi giocatori devono continuare così, aiutati anche dagli allenatori italiani che sono bravi. Ci vuole sempre molto coraggio, un coraggio che pare finalmente essere arrivato. Giusto giocare la Supercoppa Italiana all’estero? Il ricordo di Washington è molto bello, partimmo tutti insieme. Per me è divertente giocare all’estero perché portiamo in giro per il mondo il nostro calcio. Dobbiamo promuovere il primo e più importante calcio a livello internazionale. Higuain? L’ho fatto sbloccare io la prima volta quando giocò con me al Real Madrid. Gli è rimasto dentro quel rigore sbagliato contro la Juventus. Non è più lui da quel giorno. Non so cosa gli sia successo. Spero per il Milan che possa tornare a essere il vero Higuain, quello che conosciamo tutti. C’è un calo fisico, ma l’intelligenza tattica e la capacità di essere importante nel momento giusto non si perde mai, anzi si migliora”.Su Calciopoli: “Ha fatto bene la Juventus a fare ricorso. E’ una cosa comica che all’Inter sia stato assegnato quello scudetto dopo essere arrivata terza. Guido Rossi decise frettolosamente, perché all’Italia serviva una squadra che doveva disputare la Champions. Una cosa ingiusta e non rispettosa dei tempi e delle regole. La giustizia sportiva non poté indagare correttamente”. In casa Juve arriva una notizia clamorosa: ecco il nuovo colpo di mercato...>>>CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy