Berardi: “Ero interista. La Juve mi segue fin da piccolo”

Berardi: “Ero interista. La Juve mi segue fin da piccolo”

L’attaccante del Sassuolo ha parlato della sua infanzia e dell’interesse dei bianconeri, che ormai va avanti da molto tempo

Berardi

TORINO – Intervistato da Sky nel programma “I signori del calcio” l’attaccante del Sassuolo Domenico Berardi ha parlato della sua infanzia e dell’interesse della Juve: “Sono nato a Cariati ma ho vissuto per 12 anni in provincia di Cosenza. A quindici anni sono venuto su perché c’era mio fratello che studiava all’Università. Dopo un provino con la Spal, a Ferrara, ho deciso di ritornare giù e di giocare in Calabria. Poi sono tornato al Nord. C’era ai tempi un osservatore della Juventus che in tutti i modi ha cercato di portarmi a Torino ma io ero troppo piccolino e ho deciso di restare in Calabria. Da piccolo tifavo Inter. Non penso ai soldi, penso a divertirmi con i miei amici e con la mia ragazza. Spesso mi guardo allo specchio e dico che sto vivendo un sogno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy