VERONA-JUVE / Prima sconfitta della Juve nel 2016, standing ovation a Luca Toni

VERONA-JUVE / Prima sconfitta della Juve nel 2016, standing ovation a Luca Toni

Il Verona batte la Juventus per 2-1. Apre le marcature il numero 9 gialloblu, la chiude il centrocampista Viviani nel secondo tempo

TORINO – Si affrontano la prima e l’ultima in classifica della Serie A. La Juventus è già in vacanza e il Verona se ne approfitta vincendo con un gol di Toni e Viviani. L’ex attaccante azzurro segna su calcio di rigore mentre il centrocampista gialloblu raddoppia all’inizio del secondo tempo con un tiro ravvicinato che spiazza Neto. Al 39esimo tutto lo stadio si alza in piedi per omaggiare il bomber del verona alla sua ultima partita al Bentegodi. Rigore inutile trasformato da Dybala nel finale

 

TONI SEGNA NELLA SUA ULTIMA AL BENTEGODI – Primo tempo povero di emozioni a Verona. Lo spettacolo c’è solo sugli spalti, nonostante le due squadre non abbiano più niente da chiedere a questo campionato. Tanti gli juventini giunti a tifare la truppa di Massimiliano Allegri, mentre i tifosi dell’Hellas sostengono senza mai fermarsi i gialloblu, mostrando grande vicinanza alla squadra anche dopo la retrocessione. I bianconeri provano ad attaccare ripartendo in contropiede o con i soliti lanci lunghi di Bonucci. Il Verona invece prova a crossare molte volte nell’area bianconera cercando di pescare Luca Toni. Il match si infiamma negli ultimi dieci minuti. Prima il numero 9 gialloblu, servito bene dalla sinistra, colpisce il primo palo. Poi l’argentino Dybala in contropiede davanti a Gollini spreca malamente una grandissima occasione per portare la Juve in vantaggio. Il suo tiro in diagonale infatti finisce fuori di un soffio. La partita si sblocca con un calcio di rigore. Alex Sandro commette una ingenuità in area commettendo uno fallo evitabile. Dal dischetto va Toni che con un cucchiaio batte Neto. 157esimo gol in Serie A per l’ex attaccante della Nazionale campione del mondo.

 

VIVIANI LA CHIUDE, STANDING OVATION A TONI – La Juventus attacca senza sosta per trovare il pareggio ma al decimo minuto il Verona raddoppia. Contropiede perfetto da parte dei gialloblu. Ionita dalla fascia sinistra pesca benissimo Viviani che a causa di un intervento a vuoto di Bonucci si ritrova solo davanti al portiere brasiliano della Juventus. Il centrocampista è freddo e gonfia la rete portando la sua squadra sul 2-0. Dopo cinque minuti i bianconeri provano subito ad accorciare le distanze. Asamoah con un passaggio filtrante pesca benissimo Zaza che però colpisce il palo. L’Hellas però è scatenato. Ionita con una grande giocata si libera di Rugani e calcia sul primo palo, trovando però la pronta risposta di Neto. Dopo 15 minuti senza emozioni al 39esimo esce dal campo Luca Toni e lo stadio gli offre la meritata standing ovation dopo una carriera fantastica. La partita finisce con un rigore a favore della Juve che Dybala trasforma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy