Tre punti con vista Siviglia. La Juve schianta il Pescara e riscrive la storia

Tre punti con vista Siviglia. La Juve schianta il Pescara e riscrive la storia

I bianconeri trionfano contro gli abruzzesi, l’ingresso di Kean a sette dalla fine apre una nuova pagina in Serie A

TORINO – Le parole se le portano via i fatti. In pochi avevano creduto a quanto detto da Allegri, la Juve pensa a Siviglia e chiude la pratica Pescara con il minimo sforzo. Protagonisti imprevisti, ma comunque attesi, a cominciare da Sami Khedira, tornato sui livelli di inizio stagione. La capriola è la ciliegina sulla prestazione importante di Hernanes, che finalmente merita gli applausi di chi spesso lo ha fischiato.

PIPITA NERA – Palo, Bizzarri e difensori avversari, oggi era un tutti contro Higuain, alla ricerca di un gol per scacciare via le voci fastidiose dopo quanto successo con l’Argentina. Da rivedere anche la coppia con Mandzukic, due soli gol al fianco del croato per il Pipita, che dovrà ancora aspettare qualche settimana prima di ritrovare Dybala e un po’ di gioia. Mandzukic che invece fa l’Higuain e segna da vero opportunista, dando seguito alle ottime prestazioni con la maglia della Croazia.

RISCRITTA LA STORIA – La storia si è scritta oggi, ufficialmente, per merito di Moise Kean. Allegri inaugura il terzo millennio, l’attaccante bianconero è infatti il primo giocatore nato nel 2000 a giocare in Serie A. Gli ultimi dieci minuti sono tutti per lui, le attenzioni rivolte a Kean, accolto da una standing ovation dello Juventus Stadium.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy