Juventus-Tottenham 2-2 super Higuain non basta

Juventus-Tottenham 2-2 super Higuain non basta

Higuain gioia e dolore: realizza una doppietta dopo appena 8 minuti, poi sbaglia un rigore. Negli ospiti Kane e Eriksen pareggiano i conti

TORINO – A Torino va in scena il primo ottavo di finale, la sfida tra Juventus e Tottenham. Entrambe le squadre sono in un ottimo periodo di forma e vengono da successi importanti in campionato e puntano ad andare il più avanti possibile anche in questa Champions.

PRIMO TEMPO

La partita si apre subito col botto: pronti via dopo appena 2 minuti i bianconeri sono subito in vantaggio con il pipita Higuain che sfrutta una punizione battuta velocemente da Pjanic e con un destro di prima intenzione batte Lloris. Le emozioni non finiscono e all’ottavo minuto i padroni di casa raddoppiano, questa volta su rigore. Cambio di gioco di Mandzukic che pesca Bernardeschi il quale aggancia ma viene contrastato in maniera irregolare da Davies, per l’arbitro non ci sono dubbi, è penalty. Sul dischetto si presenta ancora l’argentino che non sbaglia e raddoppia. Dopo 9′ la Juventus è in vantaggio per 2-0.
La Juventus è padrona del campo, contiene molto bene le offensive avversarie e si rende pericolosa ogni volta che si affaccia dalle parti di Lloris.
Il Tottenham si rende pericoloso dopo 25′. Harry Kane si libera in area e a colpo di sicuro colpisce di testa un cross di dalla sinistra, miracolosa risposta di Buffon.
La Juventus riparte in contropiede sfruttando gli spazi lasciati dagli Spurs; alla mezz’ora occasionissima per chiudere la gara. Pjanic e Higuian partono in 2 contro 1, si presentano in area, ma il destro dell’ex Napoli esce di pochissimo alla destra del palo. Juventus e Higuain straripanti.
La regola più vecchia del calcio: “gol sbagliato, gol subito”. Al 35′ il Tottenham riapre la sfida con l’uomo più pericoloso e più atteso, Harry Kane. Il bomber inglese scappa sulla linea del fuorigioco, si presenta avanti a Buffon, lo salta e insacca per il 2-1.
Prima del duplice fischio c’è tempo per un’ultima emozione: Douglas Costa scappa sulla sinistra, Aurier lo stende e per l’arbitro non c’è altra scelte che fischiare il rigore. Dagli 11 metri ancora Higuain, ma questa volta calcia potente ma in malo modo, palla sulla traversa e si resta sul 2-1.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre senza cambi, gli ospiti sono molto aggressivi e pressano molto alti, lasciando qualche spazio alle ripartenze bianconere. Proprio da una di queste nasce un’occasione ghiotta per Bernardeschi che riceve da Higuain, si accentra e prova il classico mancino a giro sul quale Lloris ci mette una mano e devia in angolo. Dal corner di Pjanic, Mandzukic svetta ma conclude centralmente.
Allegri cambia in mezzo al campo inserendo prima Bentancour e poi Sturaro per degli stanchi Mandzukic e Khedira.
Al 71′ la svolta. Chiellini abbatte Alli al limite dell’area, Eriksen si incarica della battuta e con un destro violentissimo sorprende un non perfetto Buffon, è 2-2.
Gli ingressi di Son e Moura per l’assalto finale non cambiano il risultato. All’Allianz Arena finisce 2-2, si deciderà tutto il 7 marzo a Wembley.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

DOUGLAS COSTA: “LA JUVE MERITA LA CHAMPIONS”

BUFFON VUOLE EURO 2020

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy