Juventus-Torino, Costa e Mandzukic matano il Toro

Juventus-Torino, Costa e Mandzukic matano il Toro

Il brasiliano apre nel primo tempo e il croato a chiude nella ripresa. I bianconeri affronteranno l’Atalanta in semifinale

di redazionejuvenews

TORINO – All’Allianz Stadium va in scena l’ultimo quarto di finale della Tim Cup: Juventus-Torino. Allegri fa un mini turnover, rinunciando ancora a Gigi Buffon, e schierando chi ha trovato meno spazio fin qui come Rugani, Sturaro e Marchisio. Riposa Higuain. I granata hanno gli uomini contati, Mihajlovic deve fare a meno degli acciaccati Belotti e Ljaic. La gara è decisa da un gran sinistro di Douglas Costa dopo il primo quarto d’ora e dal gol di rapina del croato.

PRIMO TEMPO

La partita è molto fisica, con la Juventus che attacca, soprattutto con Douglas Costa, e il Torino che si difende per partire in contropiede sfruttando la velocità del tridente Falque-Niang-Berenguer. I bianconeri passano in vantaggio al 15 grazie ad un mancino violento del brasiliano ex Bayern Monaco che sfrutta una respinta corta della difesa granata dopo l’iniziativa di Asamoah sulla sinistra. Dopo il vantaggio i padroni di casa provano a raddoppiare e a chiudere il discorso ma le loro iniziative si infrangono sul muro Milinkovic-Savic. Al 18′ si vede il Torino: lancio lungo per Niang che di prima intenzione incrocia con il mancino ma la conclusione sbatte sul palo. Al 20′ episodio dubbio in area granata, Dybala va giu dopo un contatto con Burdisso, ma Doveri lascia proseguire. Il primo tempo si conclude con il risultato di 1-0 per la Juventus, risultato un po’ stretto rispetto a quanto visto fino ad ora.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con un cambio per Massimiliano Allegri: dentro Lichtsteiner fuori un impalpabile Sturaro.  Il copione della partita non cambia, la Juventus crea tanto e il Toro si difende. Allo scoccare dell’ora di gioco, dopo una clamorosa doppia occasione, con Mandzukic prima e Costa dopo, Allegri cambia ancora e sostituisce Marchisio con Khedira. Minuto 67, la Juventus raddoppia. Contatto dubbio tra Acquah e Khedira, la palla arriva a Mandzukic dopo una deviazione fortuita, il croato con il tocco sotto non sbaglia a tu per tu con Milinkovic-Savic e sigla il 2-0. L’arbitro effettua il controllo al Var per il contrasto da cui scaturisce il gol e convalida, la decisione manda su tutte le furie Sinisa Mihajlovic che dice qualcosa all’arbitro che lo allontana dal campo di gioco. La partita si incattivisce ma si conclude con il risultato di 2-0 per i padroni di casa che passano in semifinale dove affronteranno l’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy