Juventus-Roma 1-0. Decide l’ex Benatia

Juventus-Roma 1-0. Decide l’ex Benatia

Il difensore marocchino ribatte in rete sotto porta al 19′ del primo tempo e decide la gara. Bianconeri sempre a -1 dal Napoli

TORINO – La diciottesima giornata di serie A si conclude con il big match tra Juventus e Roma. All’Allianz Stadium Allegri decide di rinunciare ancora una volta a Dybala dall’inizio preferendo un recuperato Mandzukic. Dall’altro lato Di Francesco sceglie El Shaarawy e Perotti ad accompagnare Dzeko.

PRIMO TEMPO

Le squadre sono molto frenetiche e vogliono giocarsela. Subito pericolosi i padroni di casa con Khedira che chiude troppo il diagonale che si spegne sul fondo. Dall’altro lato Dzeko fa a sportellate con la coppia Chiellini-Benatia ma non riesce a tenere botta. Proprio il centrale marocchino sblocca la gara al diciannovesimo: corner dalla destra di Pjanic, nel traffico svetta Chiellini che a botta sicura trova Allison, sulla respinta il portiere effettua un altro miracolo su Benatia che poi ribadisce in rete da due passi. Uno dei tre ex di serata non contiene la gioia e esulta sotto i suoi tifosi.
Al 26′ occasionissima per la Roma: Dzeko lancia Perotti nello spazio, entra in area e serve El Shaarawy che col piattone costringe Szczesny agli straordinari.
Un bel primo tempo dai ritmi altissimi e con continui cambi di fronte finisce 1-0.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre senza cambi. Al 54′ clamorosa chance per il raddoppio juventino: Khedira mette Higuain a tu per tu con Allison, l’argentino preferisce la potenza e spara alto. Juve in  netto dominio del gioco allora Di Francesco decide di cambiare: dentro Schick e Pellegrini per El Shaarawy e Strootman. Cambia la Roma ma non la partita, la juve continua a rendersi pericolosa sempre con il pipita Higuain che però non concretizza. A meno di un quarto d’ora dalla fine Allegri decide di cambiare qualcosa e inserisce Bernardeschi e Marchisio per Cuadrado e Matuidi. All’80’ i giallorossi sfiorano il pareggio con un inserimento di Florenzi alle spalle di Sandro ma il lob si ferma sulla traversa. Succede tutto nel finale, prima Pjanic al novantaduesimo colpisce una traversa con un destro violento dal limite dell’area; due minuti più tardi è Szczesny ad essere decisivo in un uno contro uno con Schick che lanciato a rete da un errore di Benatia si fa ipnotizzare dal polacco che mette il punto finale alla partita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy