JUVE-PALERMO / Allegri: “Marchisio? Sospetto crociato. Manca la matematica per lo Scudetto”

JUVE-PALERMO / Allegri: “Marchisio? Sospetto crociato. Manca la matematica per lo Scudetto”

Al termine di Juventus-Palermo ha parlato ai microfoni di Premium Sport il tecnico bianconero Massimiliano Allegri

TORINO – Al termine di Juventus-Palermo ha parlato ai microfoni di Premium Sport il tecnico bianconero Massimiliano Allegri: “Marchisio sospetta lesione al crociato, tra stasera e domani si faranno le valutazioni del caso e domani sapremo tutto. Oggi paradossalmente abbiamo subito diverse situazioni da gol, dopo il vantaggio nel primo tempo abbiamo staccato la spina. Non se lo può permettere nessuna squadra al mondo, poi c’era la differenza reti in ballo e anche a partita chiusa era importante non subire gol. Specialmente adesso bisogna gestire bene la gara perché siamo nella volata finale, per questo quando l’avversario è in difficoltà va definitivamente battuto. Siamo inesperti, la partita di ieri ci ha fatto pensare che lo Scudetto fosse già archiviato ma non è così, dobbiamo fare almeno due vittorie. Non faccio percentuale, so che bisogna fare dei punti per raggiungere matematicamente l’obiettivo, adesso abbiamo Lazio e Fiorentina che si giocano l’Europa e per questo il calendario è scomodo. Pogba? Che abbia delle qualità straordinaria lo sappiamo, è stato decisivo sia con i gol che con gli assist. Lo riprendo perché potrebbe chiudere la partita senza alcun errore tecnico, poi diventa una catena che coinvolge tutti e ci mette in difficoltà. Lemina? Oggi ha fatto una buona partita, meglio nella fase di possesso e deve migliorare da un punto di vista tattico, cosa che fa bene a tratti, dall’altra parte c’è anche Hernanes e ho avuto il dubbio. Purtroppo abbiamo perso Claudio ma sicuramente abbiamo dei giocatori che potranno sostituirlo bene. Morata ha fatto bene, anche Dybala è rientrato molto bene, c’era il rischio che non tenesse un’ora di gioco e invece ha fatto un’ottima partita anche fisicamente. Il giallo di Morata, come quello di Zaza, nascono per proteste e per questo non vanno presi dei cartellini sciocchi. Miglior squadra della mia carriera? Vedendo i numeri si, ma questo gruppo ha ancora grandi margini di miglioramento, la squadra ha un futuro importante.” Nel frattempo al termine della partita Cuadrado ha parlato del suo futuro: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy