JUVE-EMPOLI / Pagelle: Morata e Pogba sugli scudi, Pereyra continua a deludere

JUVE-EMPOLI / Pagelle: Morata e Pogba sugli scudi, Pereyra continua a deludere

La Juventus batte 1-0 l’Empoli allo Juventus Stadium e sale a +6 sul Napoli in attesa della sfida di domani all’ora di pranzo contro l’Udinese

TORINO – La Juventus batte 1-0 l’Empoli allo Juventus Stadium e sale a +6 sul Napoli in attesa della sfida di domani all’ora di pranzo contro l’Udinese. I protagonisti sono, come nel derby, Morata e Pogba, anche se la firma del gol è di Mario Mandzukic. Contro la sua ex squadra emerge Daniele Rugani che trova la sua miglior prestazione stagionale, mentre Barzagli non riesce a sostituire al meglio lo squalificato Bonucci. Allegri perde Chiellini e forse anche Zaza per problemi muscolari, mentre Pereyra continua a fare fatica nonostante la fiducia ricevuta quest’oggi. Di seguito le pagelle della redazione di Juvenews:

Buffon 6.5 – Nel primo tempo l’Empoli si fa vedere spesso nella sua area di rigore e Gigi risponde presente. Saponara lo grazie spedendo in curva il pallone del possibile 0-1, poco dopo si sporca i guantoni sul destro di Pucciarelli. Ripresa serena, il solito Buffon

Barzagli 6 – Gioca da centrale “alla Bonucci” e fa molta fatica nel primo tempo a trovare le distanze giuste, spesso cerca l’anticipo come se facesse il centrale di destra. Nella ripresa trova le misure e la Juve non soffre più nulla

Rugani 7 – Vedi Empoli e poi sbocci. La miglior prestazione del numero 24 in maglia bianconera avviene contro la sua ex squadra, una sicurezza abbinata a un’eleganza che in pochi hanno alla sua età. Che sia l’inizio dell’avventura di Rugani in bianconero (p.s. 49esima in Serie A, zero cartellini gialli.)

Chiellini 5.5 – Inizia molto impacciato e si vede che non è sicuro, nel primo tempo sbaglia 2-3 palloni che potrebbero diventare pericolosi. La sua ripresa dura meno di 10 minuti, l’ennesimo problema muscolare lo costringe ad alzare bandiera bianca.

Lichtsteiner 6 – Il treno svizzero è più efficace in fase offensiva piuttosto che in fase difensiva, nel primo tempo cerca un paio di soluzioni da fuori area che non fanno parte del suo repertorio. Ripresa onesta, la solita sicurezza.

Pereyra 5 – Una delle note maggiormente negative di questa stagione, l’involuzione di Pereyra è ormai evidente. Sbaglia tanti appoggi e non sfrutta gli spazi alle spalle della difesa altissima empolese, non riesce mai ad entrare in partita.

Marchisio 6.5 – Silenzioso, quasi impercettibile, eppur vitale. Claudio Marchisio è la vera arma in più di questa Juve, con lui in campo 80% di vittorie, senza di lui 50%. I numeri parlano chiaro, il principino si è preso in mano la Juve

Pogba 7.5 – Dopo la sontuosa prestazione nel derby un’altra ottima prova di Pogba, che sforna il terzo assist nelle ultime due partite e fa tornare al gol Mandzukic dopo tre mesi e mezzo. Gli manca la gioia personale, per il resto domina sia fisicamente che tecnicamente e nel finale cerca il cucchiaio da fuori area, prestazione clamorosa.

Evra 5.5 – Si vede e si sente pochissimo, la Juve non passa quasi mai dai suoi piedi e non riesce ad entrare nel match. Nella partita ideale per la velocità di Alex Sandro, il francese lo fa rimpiangere eccome, non riuscendo mai a dare soluzioni offensive sulla fascia sinistra.

Mandzukic 6.5 – Premiato per il gol, meno per la prestazione. Un unicum nella stagione del croato, che per una volta non gioca al massimo ma riesce a trovare il gol che mancava ormai da una vita. Nel primo tempo si divora col sinistro un gol clamoroso, lo trova con la specialità della casa, il colpo di testa. Allegri, per una volta, lo toglie dopo un’ora

Morata 7.5 – Corre, lotta, lavora per i compagni e attacca la profondità. Una prestazione a tutto tondo per Morata, a cui manca solamente il gol per questione di millimetri, visto che è l’incrocio dei pali a negargli la gioia. Cerca il gran gol alla Del Piero e solo la sfortuna lo ferma, si vede che è in fiducia.

Cuadrado 6 – Entra e dopo un paio di sgasate delle sue si limita a fare il compitino per portare a casa il risultato. Poteva dare il cambio di passo decisivo per chiudere il match, alla fine arrivano ugualmente i tre punti.

Zaza 6 – Ci mette 30 secondi a prendere il cartellino giallo, subito dopo si tranquillizza e comincia a pressare come al suo solito. Mette in difficoltà la linea dell’Empoli specialmente quando sono i toscani ad avere il pallone, la sua generosità è contagiosa

Asamoah s.v. 

Allegri 6.5 – L’Empoli decide di giocarsela allo Stadium e la sua Juve non si fa trovare impreparata. Si affida alla classe di Pogba e alla vena di Morata, ormai imprescindibile per questa squadra. L’unica nota negativa è l’ennesimo infortunio di Chiellini che adesso preoccupa seriamente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy