FIORENTINA-JUVE / Allegri: “Manca un ultimo passo, Buffon ci ha messo l’ennesima pezza”

FIORENTINA-JUVE / Allegri: “Manca un ultimo passo, Buffon ci ha messo l’ennesima pezza”

Al termine della sofferta ma vincente trasferta del Franchi il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Premium Sport

FIRENZE – Al termine della sofferta ma vincente trasferta del Franchi il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “Domani facciamo allenamento, rientriamo a Torino e poi ci prepariamo per la partita di domenica, ci manca un punto se il Napoli dovesse vincere domani. Non era difficile vincere oggi e sopratutto non era facile vincerne 24 nelle ultime 25, oggi abbiamo combinato noi un bel casino perché abbiamo concesso poco ma non l’abbiamo chiusa prima. C’è da fare i complimenti alla Fiorentina ma soprattutto a questo gruppo che dopo esser partito male ha fatto una rimonta epocale, adesso bisogna chiudere bene visto che manca solo un punto. Per il calcio italiano e il calcio mondiale spero che ci siano campioni come Totti e Buffon, noi ovviamente Gigi non vogliamo metterlo da parte e stasera ci ha messo una pezza di nuovo, la questione Totti non mi riguarda. Ci davano tutti per spacciati, l’allenatore andava cacciato, noi l’abbiamo presa troppo allegra ma poi ci siamo ripresi e siamo ritornati sui binari giusti. Mancavano due passi allo Scudetto, un risultato positivo stasera e adesso ce ne manca uno solo, se fosse una nostra vittoria col Carpi o un mancato successo del Napoli cambia poco. Sono sorridente perché è stata una partita aperta con tanti capovolgimenti di fronte, i ragazzi sono stati bravi a tornare subito in vantaggio e poi ci ha salvato Buffon. Lemina al posto di Hernanes perché mercoledì aveva giocato il brasiliano e soprattutto stasera serviva fisicità in mezzo al campo, stasera poteva essere la partita di Lemina e cerco sempre di alternare i giocatori dove possono, così come fatto con Evra ed Alex Sandro. Le cose che mi fanno vincere i miei giocatori le sento sempre mie, del resto non mi interessa nulla, nel calcio contano solo i risultati, le parole le porta via il vento. L’ambizione di tutti dev’essere massima, dobbiamo mirare alle cose che sembrano impossibili, ma in realtà non lo sono, come abbiamo dimostrato lo scorso anno, magari con un pizzico di fortuna in più. Cerchiamo sempre di giocare il nostro gioco, poi è chiaro che in fase difensiva ci adattiamo all’avversario e in fase offensiva vogliamo attaccare i punti deboli. Firma in settimana? Si, ma l’ho già detto da un mese, non sarà inizio settimana perché domani è festa, vedremo..” Nonostante la vittoria, arrivano però pessime notizie per la Juve dall’infermeria: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy