Ciao Alonso, ecco chi arriva al suo posto

Ciao Alonso, ecco chi arriva al suo posto

Ora è ufficiale: Sebastian Vettel non sarà più un pilota Red Bull dal 2015. La scuderia austriaca ha dato l’annuncio a Suzuka, ingaggiando Daniil Kvyat, il russo attualmente alla Toro Rosso, per fare coppia con Daniel Ricciardo. Così il tedesco, quattro volte campione del mondo, è destinato alla Ferrari dove…

Ora è ufficiale: Sebastian Vettel non sarà più un pilota Red Bull dal 2015. La scuderia austriaca ha dato l’annuncio a Suzuka, ingaggiando Daniil Kvyat, il russo attualmente alla Toro Rosso, per fare coppia con Daniel Ricciardo. Così il tedesco, quattro volte campione del mondo, è destinato alla Ferrari dove sostituirà Alonso. Si attende solo il comunicato. Raikkonen sarà quindi il nuovo compagno di Seb. Nando, invece, va verso la McLaren-Honda.

Si chiude così, dopo una stagione pessima, il binomio vincente Vettel-Red Bull. Sei anni intensi, dal 2009 a oggi, con tante soddisfazioni e successi: 38 Gran Premi vinti, 65 podi, 54 pole position e quattro campionati del mondo. Più di così era difficile chiedere al tedesco di Heppenheim, che ha sfruttato al meglio una macchina vincente. Ora è arrivato il momento dei saluti e, a sorpresa, la Red Bull ha confermato la sua politica di puntare sui giovani piloti, continuando ad allevare in casa i campioni del futuro. Promosso dunque Daniil Kvyat, 20enne, dopo un anno in Toro Rosso di apprendistato. Proprio come successo al piccolo Seb, che nel 2008 si mise in luce con la grande impresa di Monza. 

 

Il primo tassello importante del “mercato piloti” è stato così piazzato. Adesso tocca alle altre scuderie fare le loro mosse, a partire dal comunicato della Ferrari per l’addio di Alonso e l’ingaggio di Vettel. Il nuovo presidente della Rossa Sergio Marchionne, ha così assecondato i malumori dello spagnolo e ha deciso di puntare su un grande pilota per inaugurare il nuovo corso. In Ferrari resterà sicuramente Raikkonen, che è grande amico di Vettel. Una nuova coppia d’assi, con il campione tedesco motivato a fare bene, dopo non avere mai nascosto il suo desiderio di correre per la Scuderia di Maranello.

Chris Horner, team principal Red Bull, nel salutare Vettel ha confermato la sua prossima destinazione: “Sì, dal primo gennaio 2015 sarà un nostro avversario: andrà in Ferrari”. Emergono anche i particolari dell’addio: “Ci ha informato la scorsa notte e ovviamente ha avuto delle ragioni per fare questa scelta. Non penso che l’abbia fatto a cuor leggero. Ma se ha il desiderio di andare da qualche altra parte, allora è giusto che segue la sua strada. Abbiamo raggiunto tantissimi risultati insieme, abbiamo vinto tanto, abbiamo avuto grandi momenti, dentro e fuori dalla pista e guarderemo al passato con affetto…”. E’ stata dunque una decisione di Vettel, come confermato anche da Helmut Marko: “Non ha rotto il suo contratto. C’era una clausola per cui poteva andare e recentemente ce lo ha fatto sapere”. (Sportmediaset)

 

Ora resta da capire solo il futuro di Alonso: l’ipotesi più accreditata è quella che torni in McLaren la Honda. Dove il motorista giapponese avrebbe già proposto un ricco contratto allo spagnolo. Sarebbe invece ben più clamorosa la decisione di Fernando, se dovesse scegliere di prendersi un anno sabbatico. Magari per correre la 24 Ore di Le Mans

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy