Varriale: “Juve favorita ma non sarà un campionato a senso unico”

Varriale: “Juve favorita ma non sarà un campionato a senso unico”

Il giornalista ha parlato a neifatti.it

TORINO – Enrico Varriale, giornalista Rai, ha parlato del prossimo campionato ai microfoni di neifatti.it. Ecco le sue parole: “Premesso che mancano diversi giorni alla chiusura del calciomercato, e fino al 31 di agosto potrebbero cambiare notevolmente le carte in tavola, dico che la favorita rimane la Juve; difficilmente, però, assisteremo ad un campionato a senso unico e privo di colpi di scena. Innanzitutto perché la società piemontese ha perso due pedine fondamentali del suo reparto difensivo, quali Bonucci e Dani Alves, andando a rinforzare per il momento “solo” la batteria di esterni offensivi, con Douglas Costa e Bernardeschi. Poi, bisogna tener presente che le inseguitrici non sono rimaste a guardare e si sono rinforzate, soprattutto Milan e Inter. I rossoneri dopo aver rivoluzionato l’undici titolare (Donnarumma, Romagnoli e Bonaventura i superstiti made in italy) preparano il colpo da novanta in attacco, mentre i nerazzurri, con Spalletti in primis, hanno compiuto un bel salto in avanti. Il Napoli invece ha mantenuto in toto la sua ossatura, blindando i top player della rosa e puntando sulla continuità del progetto tecnico inaugurato due anni fa con Sarri. Ad oggi, la squadra che vedo un pizzico più indietro nella corsa al titolo è la Roma, ma ripeto, con eventuali colpi alla Mahrez, tanto per fare un nome accostato frequentemente al club capitolino, scalerebbe e non poco le gerarchie. La Var? Non c’è dubbio, l’introduzione della Var rappresenta una svolta cruciale nel calcio moderno, e da quest’anno anche per la nostra Serie A. E’ uno strumento che limiterà al minimo gli errori arbitrali in ogni partita, e ci saranno sempre meno discussioni, sia in campo che fuori, in merito a sviste clamorose del direttore di gara. Almeno questo è quello che ci auguriamo tutti, ma sono molto fiducioso in tal senso. Ricordo la semifinale di Coppa Italia tra Juve e Napoli, nella quale non venne fischiato un rigore abbastanza evidente su Albiol e nell’azione seguente l’arbitro diede rigore, dubbio, sul contatto Reina–Cuadrado a favore dei bianconeri. Magari con la Var non ci saranno più queste incomprensioni. D’altronde la tecnologia esiste da diversi anni in sport come il tennis, la pallavolo, il rugby e finalmente è stata adottata anche nel calcio. Per l’episodio anomalo verificatosi nella Supercoppa d’Olanda, mi auguro semplicemente che le decisioni vengano prese nel più breve tempo possibile, scongiurando ulteriori polemiche».

 Juvenews.eu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy