UFFICIALE: Allegri arriva la firma sul rinnovo di contratto

UFFICIALE: Allegri arriva la firma sul rinnovo di contratto

Il tecnico ex Cagliari e Milan ha messo nero su bianco su un rinnovo contrattuale che lo legherà alla Vecchia Signora fino al 2020

TORINO- Massimiliano Allegri e la Juventus hanno ufficialmente messo nero su bianco al prolungamento di contratto che legherà l’ex tecnico di Cagliari e Milan alla Vecchia Signora fino al 2020.

Dopo la finale di Champions League, persa dai bianconeri per 4-1 contro il Real Madrid, i rumors circa un rinnovo contrattuale di Allegri sono aumentati: ieri Sky Sport ha lanciato la notizia di una firma praticamente imminente ed oggi i vertici societari, Agnelli e Marotta, con il tecnico Allegri si sono incontrati in sede a corso Galileo Ferraris per ufficializzare il tutto.

Massimiliano-Allegri
Massimiliano-Allegri

La stagione di Massimiliano Allegri

Il tecnico livornese voleva fortemente il trionfo in Champions League dopo la finale persa contro il Barcellona, ma il Real Madrid si è dimostrato nel complesso della partita superiore ai bianconeri. L’obiettivo dichiarato era centrare la qualificazione alla finale e questo è stato. Oltre alla sconfitta di Cardiff c’è stata quella in Supercoppa italiana contro il suo ex Milan allenato da Montella. Due sconfitte e due trionfi per la Juventus di Allegri: Scudetto e Coppa Italia sono stati raggiunti senza troppe difficoltà superando Roma e Napoli in campionato e la Lazio nella finale dell’Olimpico in Coppa Italia. La Juventus così si è garantita la possibilità di giocare nuovamente la finale di Supercoppa italiana, che sarà disputata ad agosto contro la Lazio.

L’annuncio ufficiale

Il rinnovo fino al 2020 è stato ufficializzato dal sito bianconero: “Ora è ufficiale: Massimiliano Allegri ha rinnovato il suo rapporto con la Juventus fino al 30 giugno 2020.

Un rapporto che, dal giorno del suo arrivo, nel luglio del 2014, ha permesso alla squadra di continuare il suo percorso di crescita in Italia, iniziato tre anni prima, e consolidare sempre di più la sua posizione di top team europeo.

In questo caso non c’è niente di meglio che lasciar parlare i dati: sotto la sua guida la Juventus in Italia ha vinto tre Scudetti, tre Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, ha quindi riscritto la storia del calcio italiano, arrivando a sei Scudetti consecutivi e tre Coppe nazionali una in fila all’altra: una triplice doppietta mai vista nel nostro Paese.

I numeri dicono anche che con Allegri alla guida, la Juve ha vinto 97 partite tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa. In Serie A, gli 84 successi e i 17 pareggi su 114 gare si traducono in 269 punti totali, con una media di 2.36 a partita.

E poi l’Europa, dove la Juventus con due finali di Champions League in tre stagioni e il quinto posto nel ranking UEFA è ormai una delle realtà più accreditate.

La Juve ha vissuto, in questi anni, molti rinnovamenti, piccole rivoluzioni a livello tecnico. Allegri, Panchina d’Oro lo scorso anno non a caso, ha saputo interpretarli, leggerli, guidarli.

Due esempi per tutti, in questi tre anni: l’incredibile rimonta dei bianconeri nella stagione 2015/16, iniziata con il Derby del novembre 2015 e culminata con il Tricolore, e il cambio di modulo di qualche mese fa, con il quale il Mister è riuscito a valorizzare a pieno il potenziale tecnico della Juventus, con una decisione delle sue: coraggiosa, spiazzante, intelligente.

In altre parole, la Juve e Allegri sono cresciuti insieme. Stanno continuando a farlo.

E continueranno ancora.”

7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy