Torreira: “Mi stanno succedendo cose davvero molto belle e voglio continuare a crescere perché sono ancora molto giovane”

Torreira: “Mi stanno succedendo cose davvero molto belle e voglio continuare a crescere perché sono ancora molto giovane”

Il centrocampista della Sampdoria ha parlato alla rivista Ovacion

di redazionejuvenews

TORINO – Il centrocampista della Sampdoria Lucas Torreira ha parlato alla rivista Ovacion: “Dopo un lungo anno di duro lavoro e dopo un sacco di cose volevo tornare in città, solo per pochi giorni, mi fa molto bene. Sono lo stesso di sempre, quello che è cresciuto con loro, ogni volta che torno a casa sono circondato da amici e da persone che mi vogliono molto bene. Sono sempre lo stesso, non voglio cambiare, lo faccio con grande gioia cercando di dare una mano alle persone che mi amano. Nel mio sforzo, la mia famiglia e gli amici sono sempre con me nel mio cuore. Tutto il sacrificio e l’evoluzione della mia carriera li ho costruiti pensando a tutti loro. Poco tempo fa sono arrivate le statistiche del 2017. Sono apparso per i molti palloni recuperati e questa è una cosa molto buona e significa che sto facendo le cose molto bene. Ovviamente quando raggiungi un certo livello, devi cercare di mantenerlo. Quando le cose vanno molto bene, sei molto più disposto a continuare a lavorare. Questo, almeno, è quello che succede a me. Oggi sto giocando un grande campionato . Mi stanno succedendo cose davvero molto belle e voglio continuare a crescere perché sono ancora molto giovane. Fortunatamente sono arrivati i goal, qualcosa che l’anno scorso non ero riuscito a fare. Perché quando non si fa goal è una brutta sensazione per un calciatore. Quest’anno sono arrivate tre reti molto belle, e questa è stata una grande gioia per me. E’ vero che ora le persone mi riconoscono un po ‘di più, parlano più spesso di me, tutto questo perché le prestazioni della mia squadra e le mie prestazioni sono state buone. Questo mi aiuta in Uruguay, in questo modo riescono a conoscermi meglio, perché ero molto giovane e molte persone non mi conoscevano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy