Sconcerti: “Dybala assomiglia al più grande”

Sconcerti: “Dybala assomiglia al più grande”

Il giornalista ha parlato da Il Corriere della Sera

SCONCERTI

TORINO – Mario Sconcerti, nel suo editoriale sul Corriere della Sera, si è soffermato sul ritorno della grande sfida al vertice tra Juventus e Inter: “(…) Intanto tornano in testa insieme Juventus e Inter (con il Napoli). Era da prima di Calciopoli che non accadeva – spiega il giornalista -. Nessuna delle due sta giocando benissimo, come qualità sono entrambe sotto al Napoli, ma, come ha detto Allegri, chissà cosa vuol dire giocare bene a calcio. La mia risposta personale è che tutto sta nel risultato. Perdere aiuta a perdere, non esiste una squadra che giochi bene e perda sempre. (…) Buoni risultati significano inoltre anche buono spettacolo, buon calcio. Sono due i riferimenti irrinunciabili: velocità e geometria euclidea, cioè il senso delle rette su un piano. Nessuno vince seriamente giocando in modo lento. Giocar bene a calcio è disegnare in fretta itinerari corretti per il pallone. Juve e Inter lo sanno fare. Avere i grandi giocatori serve non a giocar meglio, ma a vincere più spesso. Si trova prima la giusta geometria. Per chiudere il cerchio direi che Dybala è vicino oggi a essere il migliore. Non segnerà mai quanto Messi e magari resterà un gradino più in basso. Ma fuori dalla storia, oggi assomiglia al più grande (…)”.

 Juvenews.eu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy