Sarri non vuole cali di tensione: vietato nominare la Juve fino a giovedì

Sarri non vuole cali di tensione: vietato nominare la Juve fino a giovedì

La sfida dello JStadium di sabato sera rischia di distrarre la squadra partenopea, che domani sera sarà invece impegnata contro l’Empoli. Per questo il tecnico ha imposto il suo veto

TORINO – E’ la settimana perfetta per tutti i tifosi, ma un incubo per i giocatori, soprattutto quelli impegnati anche nelle coppe europee. E’ la settimana del turno infrasettimanale, che riporta tutti in campo nelle serate tra martedì e mercoledì. Per Maurizio Sarri, da sempre polemico nei confronti del calendario, è un incubo al quadrato, e, come se non bastasse, sabato c’è una trasferta da niente, la Juventus allo Stadium. Per questo il rischio di sottovalutare la sfida contro l’Empoli di domani sera è altissimo, e per questo il tecnico dei partenopei ha elaborato una strategia ben precisa: vietato anche solo dire la parola “Juventus”, per qualsiasi membro della squadra, fino a dopo la sfida infrasettimanale. Un modo tutto sommato che può anche funzionare per evitare cali di tensione contro una squadra che annaspa nelle retrovie, si, ma che approfitterà di ogni passo falso per scalare la classifica. A partire da Napoli. Intanto ecco le parole di Allegri in conferenza – CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy