Pruzzo punge Allegri: “Non era così solido nello spogliatoio, troppi sette milioni”

Pruzzo punge Allegri: “Non era così solido nello spogliatoio, troppi sette milioni”

L’ex attaccante ha commentato a Radio Rai il rinnovo contrattuale di Allegri con la Juventus: 7 milioni di euro fino al 2020

3 commenti

TORINO- Ingaggio da top manager europeo, Allegri guadagnerà 7 milioni di euro per le prossime stagioni fino al 2020, continuando il suo progetto con la Vecchia Signora. A Radio Rai l’ex attaccante Pruzzo ha voluto dire la sua su uno stipendio che sarebbe troppo elevato: “Per me gli hanno dato anche troppo parlando di stipendio annuale, perché non mi pare avesse un grande mercato o grandi offerte. Ma anche e  soprattutto perché mi risulta che non fosse così solido nello spogliatoio con i giocatori. Magari in estate ci sarà qualche cessione e la situazione cambierà nuovamente”. Pruzzo si riferisce a Bonucci ed alla sua lite furibonda con Allegri (poi rientrata)?

Massimiliano-Allegri
Massimiliano-Allegri

Il rinnovo di Allegri:

Massimiliano Allegri e la Juventus hanno ufficialmente messo nero su bianco al prolungamento di contratto che legherà l’ex tecnico di Cagliari e Milan alla Vecchia Signora fino al 2020. Questo l’annuncio ufficiale del club bianconero sul proprio sito: “Ora è ufficiale: Massimiliano Allegri ha rinnovato il suo rapporto con la Juventus fino al 30 giugno 2020.

Un rapporto che, dal giorno del suo arrivo, nel luglio del 2014, ha permesso alla squadra di continuare il suo percorso di crescita in Italia, iniziato tre anni prima, e consolidare sempre di più la sua posizione di top team europeo.

In questo caso non c’è niente di meglio che lasciar parlare i dati: sotto la sua guida la Juventus in Italia ha vinto tre Scudetti, tre Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, ha quindi riscritto la storia del calcio italiano, arrivando a sei Scudetti consecutivi e tre Coppe nazionali una in fila all’altra: una triplice doppietta mai vista nel nostro Paese.

I numeri dicono anche che con Allegri alla guida, la Juve ha vinto 97 partite tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa. In Serie A, gli 84 successi e i 17 pareggi su 114 gare si traducono in 269 punti totali, con una media di 2.36 a partita.

E poi l’Europa, dove la Juventus con due finali di Champions League in tre stagioni e il quinto posto nel ranking UEFA è ormai una delle realtà più accreditate.

La Juve ha vissuto, in questi anni, molti rinnovamenti, piccole rivoluzioni a livello tecnico. Allegri, Panchina d’Oro lo scorso anno non a caso, ha saputo interpretarli, leggerli, guidarli.

Due esempi per tutti, in questi tre anni: l’incredibile rimonta dei bianconeri nella stagione 2015/16, iniziata con il Derby del novembre 2015 e culminata con il Tricolore, e il cambio di modulo di qualche mese fa, con il quale il Mister è riuscito a valorizzare a pieno il potenziale tecnico della Juventus, con una decisione delle sue: coraggiosa, spiazzante, intelligente.In altre parole, la Juve e Allegri sono cresciuti insieme. Stanno continuando a farlo. E continueranno ancora.”

7

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 4wlavle_551 - 6 mesi fa

    Cerchiamo di essere chiari: se la prima notte di nozze non ce la fai, e la seconda neppure magari è meglio cambiare allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 4wlavle_478 - 6 mesi fa

    poi qualcuno mi spiega anche solo uno di questi punti
    1) obiettivo dichiarato di quest’anno tentare di vincere la cl. Ergo poco peso al campionato, preparazione atletica mirata per essere al top a maggio.
    Difatti a maggio eravamo sulle gambe, derby e partita con la roma campanelli d’allarme.
    2) si va in campo col real in versione faccia livida, gambe molli. Al primo tiro buffon si allunga della serie “lo sapevo che prendevamo un gol ecco è entrato è finita”. Idem per il secondo mentre sul terzo si guarda bene dall’uscire col pallone a due metri dalla linea di porta. Pallone d’oro indubbiamente
    3) dybala e higuain non pervenuti. Avrebbe giocato meglio belotti
    4) la famosa bbc si perde ronaldo per 10 metri in occasione del 1mo gol e resta a guardare sul terzo.
    5) la squadra chiaramente non ha più benzina, tutti i contrasti sono vinti dai madrileni Marcelo sembra terminator eppure la preparazione atletica doveva essere eccezzionale. Manco uno che corra.
    6) a livello mentale preso il secondo gol è buio pesto. Tutti a casa. Eppure avevamo 40 minuti per rimontare

    Dopo tutto questo gli diamo 8 milioni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 4wlavle_646 - 6 mesi fa

    diciamo che sbagliando due finali su due magari doveva restituire qualche soldino

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy