PRESENTAZIONE – Alex Sandro: “Juve, sarò il tuo Roberto Carlos”

PRESENTAZIONE – Alex Sandro: “Juve, sarò il tuo Roberto Carlos”

Il nuovo terzino bianconero si presenta a Vinovo. Vuole ripercorrere le orme dell’idolo connazionale brasiliano. Ha 24 anni e si alternerà con Evra sulla fascia sinistra

Commenta per primo!
La presentazione del terzino allo Stadium

TORINO – Non è Del Piero. Ma nel suo nome c’è una bella fetta di storia. Ecco il giorno di un altro Alex. Sandro, piacere: “Mi sono sempre ispirato a Roberto Carlos, mi rispecchio in lui. Ma anche in Evra”. C’erano tante big, il Psg in particolare, su di lui: “Quello che mi ha portato alla Juve è stato il sogno da sempre di giocare qui. La fiducia che mi ha trasmesso il club poi mi ha convinto al 100%”. La Selecao continua a non prenderlo in considerazione: “Perché Dunga preferisce altri, ma io spero di tornare presto. Darò il massimo per riuscirci”. Grazie a prestazioni super con la “Vecchia Signora”: “Ho già un’idea di come funziona la tattica di Allegri. Col mister abbiamo già fatto una bella chiacchierata. So difendere e attaccare, vi farò vedere le mie qualità”. Il brasiliano dovrà però adattarsi alla Serie A: “Il campionato italiano è molto difficile, il più tattico al mondo. Forgerà il mio stile di giocare, io crescerò qui e la Juve mi supporterà”.

PRONTO PER LA ROMA – Nessuno scotto da pagare, sprinta Alex Sandro. Vuole scendere in campo il prima possibile, scorazzare sui rivali giallorossi: “E’ una classico, sarà tosta. Io sono pronto per giocare anche contro la Roma. Giorno dopo giorno, m’integrerò con i compagni”. Ha pregato per la Juve nell’ultima finale Champions: “Dopo che il Porto è uscito, io ho tifato sempre per i bianconeri. Lavoreremo duramente per replicare l’ultima cavalcata in Europa e per trionfare in ogni competizione”. Già prima dello sbarco a Torino, il 24enne aveva deciso di non rinnovare col Porto: “Non siamo arrivati ad un accordo, ma io volevo già venire alla Juve. E’ la scelta giusta ,che aggiungerà tanto alla mia carriera e alla mia persona”.

INCREDIBILE HULK – C’è un fan, prima del giocatore Alex Sandro. Incredibile la passione sfrenata – mostrata in conferenza stampa – per i colori bianconeri: “Da piccolo amavo Trezeguet e Del Piero, è stata una squadra che mi è sempre piaciuta. La mia famiglia mi ha aiutato a scegliere il numero 12. E in più era la maglia di Hulk, il mio grande amico al Porto”. Alla Juve il successo è l’unica cosa che conta: “Io entro sempre in campo per vincere. Ieri abbiamo pagato a caro prezzo una disattenzione con l’Udinese, ma ci rifaremo. Intanto allo Stadium ho avuto una sensazione fantastica”.

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy