Allegri: “Giochiamo male? Quando sei in una grande squadra conta vincere”

Allegri: “Giochiamo male? Quando sei in una grande squadra conta vincere”

Dopo la Coppa Italia ed il successo sul Milan è tempo di pensare al campionato

di redazionejuvenews
Calciomercato Juventus: Allegri esluta, grandi colpi in arrivo dalla Spagna.

TORINO -Vinta la Coppa Italia, resta un punto a separare la Juventus dallo scudetto dei record: Allegri vuole massima concentrazione per centrare l’obiettivo già all’Olimpico, ancora all’Olimpico dopo la festa per il successo contro il Milan di mercoledì sera.

Alle ore 12 da Vinovo Allegri ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Che partita sarà contro la Roma? E’ sempre una sfida importante, giocheremo davanti ad uno stadio pieno, noi dobbiamo raggiungere lo scudetto, se vogliono una settimana in più di vacanze serve vincere domani. Sfida bella, speriamo di chiudere il discorso scudetto. Le parole del presidente del Napoli? Non rispondo alle parole del presidente De Laurentiis, può dire ciò che vuole, nel calcio ci vuole molto equilibrio per aiutare a sensibilizzare l’esterno. Dobbiamo avere dei comportamenti noi allenatori, come i giocatori per sensibilizzare il mondo dello sport, siamo degli esempi per gli altri. Dobbiamo non solo parlare ma anche fare di più. La stagione che è stata? Aspettiamo sabato o venerdì prossimo per parlarne. La Juventus in Coppa Italia non ha subito gol, di questo posso parlare, era successo solo al Torino nel 1942-43, merito va ai ragazzi per come hanno affrontato questa competizione in questi quattro anni, non solo quest’anno. Hanno fatto grandi cose, ora però bisogna pensare a chiudere il campionato per andare in vacanza in anticipo. Higuain? Domani gioca con Dybala, poi sceglieremo gli altri. Gonzalo è stato determinante nelle gare chiave della stagione come Napoli ed a Milano contro l’Inter. Buffon? Domani non gioca, Douglas Costa invece dovrò valutare. Cuadrado è fuori, come Chiellini. Stiamo bene domani speriamo in una bella partita perché si gioca davanti ad un pubblico meraviglioso come quello romano e contro una squadra che ha fatto grandi cose in Champions e meno in campionato ma una squadra forte fisicamente e ben allenata. Di Francesco? Ha dimostrato tutto il suo valore, è uno dei giovani più bravi in circolazione. La Juve gioca male? E’ relativo il giocar bene o male, è difficile nel calcio coniugare questo aspetto con le vittorie e centrare gli obiettivi. Perché? Semplicemente la stagione è fatta di momenti, di gestione della squadra, del singolo, c’è bisogno di lavorare in funzione del risultato, nessuno vuole giocare male, ma bisogna sfruttare le caratteristiche dei giocatori che abbiamo a disposizione. Alcuni allenatori sono più bravi a fare delle cose, altri che hanno altre caratteristiche. Quando alleni grandi squadra devi vincere. Le seconde squadre? Sono favorevole, serve per far crescere i giovani italiani. Mancini CT azzurro? L’allenatore della Nazionale non può da solo risolvere tutti i problemi, lui ha fatto bene in Italia e fuori ma ci sono da fare cose anche esterne al suo lavoro per il calcio italiano del futuro, le cose non possono essere risolte in un mese o in un anno. Abbiamo sempre fatto risultati ma quest’anno siamo rimasto fuori dalla competizione. Il problema non è la Nazionale ma che dietro devono trovare delle soluzioni per far si che il mondo del calcio torni quello di una volta. Ci vuole passione, grande passione avvicinare i ragazzi allo sport, non solo il calcio, anche la pallacanestro. Mandzukic? Quando entra è un disastro, o lo porto in panchina e gli faccio vedere tutta la partita da lì o lo faccio giocare titolare. E’ più sorridente ora.”

Poi Allegri ha parlato anche del Napoli: “Non è scomparso dopo la vittoria contro di noi, noi abbiamo avuto la bravura di restare calmi dopo quella sconfitta. Loro se perdiamo due partite possono arrivare a pari punti con noi, hanno fatto una grandissima stagione, con Sarri in tre anni hanno fatto un gioco molto bello, sono molto piacevoli da vedere giocare, sono migliorati in alcuni aspetti vincendo delle partite che lo scorso anno non avrebbero mai vinto. Hanno trovato una Juventus che ha fatto dei numeri importanti. C’è da fargli i complimenti”

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

MARCHISIO VUOLE RESTARE MA…

ASAMOAH CI RIPENSA

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy