L’ex Grygera incorona Buffon: “Assurde le critiche dall’Italia. Qui è un mito. Che compagno è stato? esemplare…”

L’ex Grygera incorona Buffon: “Assurde le critiche dall’Italia. Qui è un mito. Che compagno è stato? esemplare…”

L’ex difensore ha dispensato subito parole al miele nei confronti dell’amico Buffon

TORINO – Ai microfoni di TMW è intervenuto l’ex bianconero e attuale promettente direttore sportivo Zdenek Grygera. Tornato in Repubblica Ceca, è tra gli artefici dell’ottimo campionato dello Zlin, squadra che rappresenta una realtà di 75mila abitanti e che in questo inizio stagione ha persino respirato l’aria da capolista.  L’ex difensore ha dispensato subito parole al miele nei confronti dell’amico Buffon: “Ho visto la partita col Lione ed è stato grandioso. Sono stato sorpreso semmai dalle critiche che gli sono arrivate dopo la partita Italia-Spagna e poi dopo la gara con l’Udinese. Capisco che su Gigi ci siano aspettative maggiori rispetto ad altri perché è riconosciuto nel mondo come uno dei più grandi portieri di tutti i tempi. Mi sorprende ancora di più che le critiche maggiori arrivino dall’Italia. Io posso dire che in Repubblica Ceca è considerato un mito, così come in tutti i paesi in cui sono stato. Gli errori ci possono stare, ma non è giusto attaccarlo così perché un giocatore con la carriera di Buffon merita rispetto”.

VICINANZA – Che compagno è stato Buffon? Esemplare. Il fatto di potermi allenare con lui, così come con Del Piero, Trezeguet e Camoranesi mi ha insegnato e arricchito tanto. Il rapporto al di fuori dal campo con Gigi è stato ottimo, una persona d’oro che mi ha aiutato a inserirmi quand’ero appena arrivato in Italia. Un leader, uno che metteva davanti la squadra a sé stesso e cercava di sistemare le cose che non andavano”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy