I NUMERI DELLA SCONFITTA: La grinta c’è, manca il cinismo

I NUMERI DELLA SCONFITTA: La grinta c’è, manca il cinismo

Non tutto è da buttare. Alcune statistiche certificano la mole di gioco prodotta dai bianconeri: 753 tocchi di palla, di cui 525 sono i passaggi, con una percentuale di utilità del 78% e ben 163 verticalizzazioni.

Commenta per primo!
Udinese, Thereau, Juventus, Torino

TORINO – I numeri della sconfitta fanno male, ma fanno comunque ben sperare. La prima giornata del nuovo campionato bianconero è andata agli archivi. La sconfitta contro l’Udinese, per di più subita al fortino dello Stadium, sembrava impossibile da pronosticare prima dell’inizio dell’incontro. Il sito ufficiale della Juventus ha pubblicato questa mattina tutti i dati e le statistiche riguardanti il match di ieri pomeriggio. Se dovessimo sintetizzare l’andamento del match di ieri allo Juventus Stadium basterebbero questi due dati: 66% di possesso palla e 21 tiri totali per la Juve, numeri che scendono a 34% e 6 conclusioni per l’Udinese. Ma uno di quei tiri è stato decisivo: quello di Cyril Théréau, che ha trovato il gol con il primo tentativo nello specchio della partita da parte degli ospiti.

KO STORICA – Per la Juventus quella di ieri è la terza sconfitta nella storia dello Juventus Stadium, che era stato espugnato in campionato finora solo dall’Inter e dalla Sampdoria. Quella con i blucerchiati fu l’ultima sconfitta casalinga, datata 6 gennaio 2013, cioè ben 47 partite fa. Per la prima volta i bianconeri perdono in casa all’esordio, senza segnare reti, ma come si diceva la mole di gioco non è mancata. In particolare dalle fasce: 34 i cross della Juve ieri sera: non ne effettuava così tanti dal maggio 2013 e a questo dato vanno anche aggiunti 10 calci d’angolo; inoltre, si parlava dei tiri totali, 21: era dal gennaio scorso contro il Chievo (29 tiri) che la Signora non ne tentava di più. Insomma, la grinta non è mancata. Piuttosto ha fallito il cinismo sotto porta.

MANOVRA – Altri numeri che certificano la mole di gioco prodotta dai bianconeri: 753 tocchi di palla, di cui 525 sono i passaggi, con una percentuale di utilità del 78% e ben 163 verticalizzazioni. Venendo a qualche dato individuale: Mandzukic ha tentato quattro tiri, più di ogni altro giocatore; nessuno di questi ha però centrato lo specchio. Chiellini è il giocatore che ha giocato più palloni (92) e fatto più passaggi (71). Il più preciso, però, è stato Barzagli, con 62 passaggi positivi all’attivo. Insomma, bene la regia da dietro. Male la seconda (dopo Empoli, l’anno scorso) in cabina a centrocampo di Padoin. Di certo, non si può chiedere a lui di sostituire Pirlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy