FORTE APACHE – Tevez: “Dalla Juve un contratto in bianco per restare…”

FORTE APACHE – Tevez: “Dalla Juve un contratto in bianco per restare…”

L’argentino torna sull’addio bianconero: “Volevo tornare a casa, non avevo bisogno d’altro. Un giorno spero di diventare il presidente del Boca”

Commenta per primo!

BUENOS AIRES – Rieccolo il forte Apache. Il cuore lo ha portato lontano da Torino, col cuore parla Carlos Tevez in un’intervista ad America TV: “Io presidente del Boca Juniors in futuro? Mi piacerebbe ma dovrei preparami, non vorrei farlo solo per il nome o perchè sono simpatico alla gente”.

MOTIVAZIONI – L’ex numero 10 della Juventus, fra le altre cose, parla anche delle ragioni per le quali ha scelto di rientrare in Argentina, nonostante fosse in un club che gli aveva offerto “un contratto in bianco” e nonostante avesse ricevuto, da Shangai, proposte da “milioni di dollari”. “Sono tornato per la famiglia…per gli amici del quartiere ‘Forte Apache’, voglio vivere qua. Non ho bisogno d’altro”

ARGENTINA – Tevez parla anche del connazionale Messi: “So quanto ha sofferto per le critiche dopo la sconfitta dell’Argentina contro il Cile nella finale della Coppa America, e per il fatto che la gente lo ha poi ‘ucciso’ come ha fatto. Se uno fosse al suo posto, avrebbe ovviamente voglia di mandare tutto al diavolo e non venire più. Non si nasce sapendo giocare il calcio. Messi prima non segnava di punizione, ora invece si allena e va in gol. E Cristiano Ronaldo era il primo ad arrivare agli allenamenti e l’ultimo ad andarsene”. Alla Juve anche Tevez è diventato uno studente modello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy