COMMENTO – La solitudine del numero uno

COMMENTO – La solitudine del numero uno

Numero uno, perché è dal portiere che tutto ha inizio. Ci vuole coraggio a fare il portiere, ma probabilmente il portiere non lo si fa, portieri si è

Numero uno, perché è dal portiere che tutto ha inizio. Ci vuole coraggio a fare il portiere, ma probabilmente il portiere non lo si fa, portieri si è. Estremi difensori, si. Estremi, perché i portieri spesso non conoscono mezze misure. Dentro o fuori, gol o respinta, buono o cattivo. L’ultimo baluardo a difesa della barricata non può permettersi incertezze e insicurezze, non può mostrarsi esitante.
In settimana (il 28 gennaio) ha compiuto 38 anni. Dal 3 luglio 2011 veste la maglia della Juventus e, da quando Del Piero se n’è andato (30 giugno 2012) lasciando la sua numero 10 prima a Tevez e poi a Pogba, la fascia da capitano che Alex ha lasciato in eredità, se l’è presa lui: Gianluigi Buffon.
“Il primo tempo di oggi è stato completamente sbagliato e sono sgomento perché sono capitano di questa squadra. Questo fa male e significa che la squadra non ha capito l’importanza della gara e ha fatto questo tipo di approccio. Ovviamente questa è un’auto accusa che faccio perché noi grandi non dobbiamo permettere una cosa simile. Se si indossa la maglia della Juventus e non si ha voglia di combattere, si rischia di fare figure ancora peggiori. Dobbiamo tornare umili e se non facciamo questo, rischiamo di naufragare e di fare figure da pellegrini. A 38 anni non ne ho voglia e anche altri non ne hanno e questo lo dobbiamo dimostrare sul campo”. Così aveva parlato il capitano dopo la sconfitta di Sassuolo. Parole forti, ma che stanno a significare quanto Buffon tenga alla maglia della Juventus. Metterci la faccia quando in molti avrebbero preferito nasconderla. Un capitano è anche questo: un comandante che non abbandona mai la propria nave, nemmeno quando questa sta naufragando. Da quella partita, la Juventus ha saputo solo vincere, eccezion fatta per la sconfitta di Siviglia in Champions League a qualificazione già ottenuta. Torino, Empoli, Milan, Palermo, Lazio, Fiorentina, Carpi, Hellas Verona, Sampdoria, Udinese, Roma e oggi Chievo Verona: 12 vittorie consecutive in campionato alle quali vanno aggiunti i successi in Coppa Italia contro Torino, Lazio e Inter nell’andata di semifinale.
La vittoria di oggi, contro gli uomini di Rolando Maran, porta anche la sua firma. Non che debba fare molto, ma ogni volta che la palla si avvicina dalle sue parti, non si fa trovare mai impreparato supportato al meglio da una difesa che egli stesso guida magistralmente. Perché si, con quel terzetto davanti a lui chiunque sarebbe tranquillo, ma la vera forza di Buffon è proprio questa: guidare la “sua” difesa in ogni singolo movimento, come se fosse dotato di un joypad invisibile per farlo. D’altronde il ruolo del portiere è un ruolo diverso dagli altri, non solo perché indossa una maglia diversa e perché usa le mani al posto dei piedi. Deve avere la fiducia e il rispetto dai propri compagni. Deve dimostrare e dare sicurezza. Deve allenare scrupolosamente il fisico e il sistema nervoso in modo da essere scattante e reattivo, avere prontezza di riflessi, saper uscire dai pali e aver senso della posizione. Possedere ottima presa e buona impostazione tecnica, non basta. Ci vuole di più e quel di più, Buffon sono 15 anni che dimostra di averlo.

________________________________________________________________________________

Resta collegato tutto il giorno con Juvenews.eu. A partire da metà mattinata, tutte le news di Rassegna Stampa e non solo. Leggi tutti i quotidiani in chiave bianconera con un semplice clic. A tua disposizione La Gazzetta dello Sport e naturalmente Tuttosport. Juvenews.eu ti aspetta inoltre con la sua diretta live, le voci del pre e post partita e il commento in occasione di ogni gara ufficiale e amichevole della nostra Juventus. Vivi le partite della Vecchia Signora, condividi i nostri articoli, fai girare la voce, inserisci la tua mail e commenta gli articoli. Accendi la tua passione bianconera con Juvenews.eu e visita la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Juvenews.eu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy