COMMENTO – I conti (di Sarri) non tornano

COMMENTO – I conti (di Sarri) non tornano

Il commento da parte della redazione di Juvenews.eu in merito alla partita appena terminata tra Juventus e Genoa

La Juventus ha fatto 13, 13 come le vittorie consecutive in campionato. La squadra di Massimiliano Allegri conosce un solo risultato: non importa contro chi giochi, quale sia la competizione per la quale battersi o chi scenda in campo in quel 3-5-2 ormai assimilato a memoria in ogni sua sfaccettatura. Il risultato è sempre il medesimo.

“Il fatturato alla lunga pesa”. Così aveva parlato il rivale, Maurizio Sarri, il giorno prima di Juventus-Genoa. Le sue parole hanno fatto storcere il naso a tutti i tifosi bianconeri, Allegri in primis, e non solo. La differenza tra il Napoli (e tutte le altre squadre della Serie A) e la Vecchia Signora, obiettivamente, non è solo una questione di conti in banca.

La Juventus vince perché in porta ha il migliore al mondo, nonostante abbia compiuto 38 anni la scorsa settimana. Davanti a Buffon, la “BBC” va ricordato che a giugno ci rappresenterà in quelli che saranno gli Europei in Francia e quando come questa sera ne manca un suo interprete, chi scende in campo al suo posto non fa assolutamente notare la differenza. La Juventus vince perché a centrocampo, dopo la partenze di Pirlo e Vidal, ha saputo trovare in casa i loro sostituti (alla faccia del fatturato!): Marchisio si è rivelato essere un valido architetto e dai suoi piedi passa ogni singola trama del gioco bianconero pur non avendo lo stesso tocco dell’ex 21 bianconero e Pogba, beh, senza ricorrere a beceri paragoni, al momento non esistono parole per descrivere quello che è il suo rendimento e il suo valore visto che di denaro si è (s)parlato. Là davanti poi, vogliamo parlare di Dybala? Ok, parliamone. L’argentino è arrivato in estate per una somma importante e con l’ombra di Tevez alle sue spalle, una grossa spada di Damocle che ha condizionato e non poco, il suo rendimento iniziale. Appena si è scoperto che quei milioni li vale tutti e che lui è La Joya e non L’Apache, ma soprattutto, appena ha capito cosa significa essere un bianconero, Dybala non si è più fermato: gol ed assist, ma non solo. L’ex Palermo si è dimostrato essere imprescindibile per questa squadra nonostante la sua giovane età. Insomma, una squadra quella bianconera, che assomiglia alla più spietata delle macchine da guerra con un comandante lì in panchina che attualmente, è difficile trovare da altre parti. Un comandante, quello di Livorno, che può contare anche su quei validi elementi (Neto, Caceres, Sturaro, Cuadrado, Zaza) ben conscio che per vincere le guerre ci vogliono i giusti soldati. Quei soldati sempre pronti ad eseguire gli ordini senza mai mostrare un minimo segnale di sofferenza e che in qualsiasi altra trincea sarebbero stabilmente schierati in prima linea.

Quindi, la prossima volta, “fatevi i fatturati vostri” perché la differenza è il campo a farla e sul campo, la Juventus ha dimostrato di non conoscere rivali.

________________________________________________________________________________

Resta collegato tutto il giorno con Juvenews.eu. A partire da metà mattinata, tutte le news di Rassegna Stampa e non solo. Leggi tutti i quotidiani in chiave bianconera con un semplice clic. A tua disposizione La Gazzetta dello Sport e naturalmente Tuttosport. Juvenews.eu ti aspetta inoltre con la sua diretta live, le voci del pre e post partita e il commento in occasione di ogni gara ufficiale e amichevole della nostra Juventus. Vivi le partite della Vecchia Signora, condividi i nostri articoli, fai girare la voce, inserisci la tua mail e commenta gli articoli. Accendi la tua passione bianconera con Juvenews.eu e visita la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Juvenews.eu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy